Salta al contenuto principale

La Regione apre i cantieri negli Atenei calabresi
A Cosenza le maggiori opere a Catanzaro la più costosa

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

CATANZARO – Università più nuove e più sicure. Residenze comode e capienti. La Regione investe sull'Alta formazione, acchiappa i fondi e li mette subito sul tavolo. Dà il via libera agli interventi immediatamente cantierabili (ne riferiamo nella griglia d'apertura) per un importo di ben 35 milioni di euro e mette a punto la scaletta dei cantieri da aprire a Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria. Così aderisce ai vincoli imposti dal ministero per lo Sviluppo economico, che ha fissato al prossimo 30 giugno il termine per l'assunzione degli impegni giuridicamente vincolanti, e scongiura il rischio di una perdita dei finanziamenti statali. Missione compiuta, dunque, da parte del Governo regionale. Il resto dovranno farlo le tre Università calabresi, chiamate a mettere mano alle casse per la gestione degli interventi. 

In particolare i progetti previsti in totale sono 14 così ripartiti: a Catanzaro 3 per una spesa totale di 7,6 milioni di euro, a Reggio Calabria 5 per una spesa complessiva di poco superiore a 10 milioni di euro e, infine, a Cosenza 6 per circa 16,7 milioni di euro. Nel capoluogo regionale è prevista l'opera di costo maggiore ossia il secondo lotto della residentza per studenti per un costo complessivo di quasi 7 milioni di euro, mentre gli altri due interventi per un valore di circa 300 mila euro a testa saranno l'attivazione dello stabulario e il completamento delle attrezzature sportive.
A Reggio Calabria si procedere alla rifunzionalizzazione delle facoltà di Architettura (2 milioni), Giurisprudenza (800 mila euro) e Ingegneria (2.7 milioni di euro). Inoltre saranno realizzati nuovo laboratori didattici e di ricerca per i dipartimenti di Agraria (3.8 milioni) e la stessa falcoltà di Agraria sarà messa in sicurezza (689 mila euro).
A Cosenza saranno sei i progetti finanziati a partire dalla realizzazione dello stabulario della facoltà di Farmacia per 1,5 milioni di euro. Gli interventi, poi, riguarderanno il completamento dei lavori in ben tre residenze degli studenti ossia quello in località Bianchi-Chiodo 2 (3,1 milioni), il "Monzo" (3,1 milioni) e il San Gennaro (6.3 milioni). Infine, due milioni saranno utilizzati per la costruzione di una struttura ricettiva in località Rocchi a Rende e 700 mila euro per l'impermeabilizzazione delle coperture delle residenze universitarie.
 
LEGGI I SERVIZI INTEGRALI A FIRMA DI STEFANIA PAPALEO SULL'EDIZIONE CARTACEA DE IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA IN EDICOLA OGGI OPPURE ACQUISTA UNA COPIA DIGITALE CLICCANDO QUI

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?