Salta al contenuto principale

Tracollo Scopelliti: perde il 16% dei consensi
In calo tutti i sindaci, solo a Vibo è sopra al 50%

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 11 secondi

CATANZARO - Giuseppe Scopelliti ha perso ben il 15,8% di consensi dal giorno delle sue elezioni. Lo dice il sondaggio Ipr Marketing sulla fiducia complessiva riconosciuta dagli elettori a sindaci e governatori nelle diverse regioni italiane pubblicato oggi da Il Sole 24 Ore. E dal sondaggio emergono dati negativi anche per tutti i sindaci delle città capoluogo calabresi.

C’è da dire che la classifica fa registrare pochi casi di aumento del consenso e tantissimi casi di dissenso: infatti ben due sindaci su tre hanno fatto registrare una flessione del gradimento e, tranne rare eccezioni, per i pochi governatori che vedono crescere le proprie performance si tratta di incrementi contenuti nell'ordine di qualche punto percentuale. 
  

TRE ANNI IN PICCHIATA - Per il 76% dei governatori la sfiducia è infatti generalizzata. Ma per Scopelliti è una scivolata che va avanti da tre anni (LEGGI I RISULTATI DELLO SCORSO ANNO): nell’edizione dello scorso anno dell’indagine era in decima posizione, con il 48%, quando già aveva perso sei punti rispetto alla rilevazione del 2011 e 9,8 rispetto alle elezioni del 2010. Le interviste somministrate da Ipr Marketing per il Sole 24 Ore sono state effettuate dal 25 settembre al 13 dicembre scorsi su un campione di 2000 elettori per regione, disaggregati per secco, età e area di residenza. A ognuno è stato chiesto: «Se domani ci fossero le elezioni regionali, lei voterebbe a favore o contro l’attuale presidente di Regione?».

SINDACI COL SEGNO MENO - Sfiduciati anche i sindaci delle città calabresi. Con Reggio Calabria commissariata, negli altri 4 capoluoghi di provincia prevale il malumore. Solo Nicola D'Agostino a Vibo Valentia in questo momento conserverebbe la maggioranza dei consensi: rispetto al 59% ottenuto alle elezioni, anche per lui si profila però un calo drastico di oltre 8 punti percentuali. Sotto al 50% Sergio Abramo, che appena un anno fa è stato confermato sindaco di Catanzaro dopo l'annullamento delle precedenti elezioni. Per lui ora voterebbe il 48% degli elettori.

Mezzo punto più giù si ferma il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, che perde 5,8 punti percentuali rispetto al giorno dell'elezione. A Crotone, invece, il dato più travolgente: Peppino Vallone perde quasi il 14% e si ferma al 45,5% di consensi.

REGGERE FISICAMENTE - Chi non si abbatte per la bocciatura rimediata è Scopelliti: «Sfido chiunque a guardare cosa accade sulla mia persona negli ultimi due anni e mezzo per capire se è già un successo che uno regga fisicamente. In ogni caso stiamo lavorando per concretizzare le tante cose positive che abbiamo portato avanti in questa legislatura. Si tratta, comunque, di un dodicesimo posto, ancora abbiamo tempo».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?