Salta al contenuto principale

Pd, il totocandidati per la segreteria regionale
Magorno per i renziani, Mario Oliverio attende

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 38 secondi

COSENZA – Giovedì Matteo Renzi proporrà alla direzione nazionale del Pd di fissare al 23 febbraio la data ultima per l’elezione dei segretari regionali del partito. Se la proposta dovesse passare (e all’orizzonte per ora non si intravedono nubi al riguardo), allora per imbastire campagna elettorale e procedure resterebbe poco più di un mese. In calendario andrebbero previsti prima i congressi di circolo e poi la giornata di elezioni primarie: le domeniche “papabili” potrebbero essere quelle del 16 o del 23 febbraio. 

Le indiscrezioni, quindi, cominciano a farsi più pressanti. E dicono due cose: la prima è che il presidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio potrebbe non essere della partita, la seconda è che i candidati in campo potrebbero essere tre. Si fa il nome, innanzitutto, di Ernesto Magorno. Il deputato, renziano della prima ora, avrebbe il sostegno dei maggiorenti della componente del rottamatore, con in testa il capogruppo regionale Sandro Principe. C’è fibrillazione, però, tra i Tq del partito. Ed è qui, alimentata da fermenti generazionali, che si profila la seconda candidatura per il congresso regionale. I trentenni-quarantenni del partito, cuperliani e renziani, stanno ragionando sulla possibilità di sostenere la candidatura di un under 40 cosentino. D’area renziana, ma in grado di intercettare un consenso trasversal - anagrafico sotto il vessillo del cambiamento. 
Girano tre nomi: Marco Ambrogio, classe ‘81 e vicecapogruppo del Pd al Comune di Cosenza; Antonio Nicoletti, classe ‘80, consigliere comunale di San Giovanni in Fiore e animatore dei primi comitati pro Renzi in provincia; Andrea Guccione, classe ‘72, consigliere comunale di Luzzi dov’è stato candidato a sindaco. In questo quadro, però, resterebbe fuori una parte consistente del partito, ovvero i big della mozione cuperliana di estrazione diessina, da Oliverio ad Adamo. Quest’area potrebbe sostenere un terzo candidato alla segreteria, dalle origini renziane o cuperliane. Ma il toto candidature qui sembra ancora prematuro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?