Salta al contenuto principale

Reggio Calabria, la Corte dei Conti boccia
il piano di rientro proposto dai commissari

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

REGGIO CALABRIA - La Corte dei Conti ha bocciato il piano di rientro predisposto dalla terna commissariale che regge il Comune di Reggio Calabria dopo lo scioglimento dell'amministrazione.

Per sanare il consistente buco nelle casse di palazzo San Giorgio, la terna ha predisposto una serie di interventi spalmati per dieci anni. Il piano era stato varato a febbraio 2013 con aggiustamenti successivi nel mese di luglio: si trattava di interventi lacrime e sangue basati su tasse e tagli di servizi. Ma dall'organo regionale di controllo erano state chieste delle integrazioni di documenti, consegnati il 30 dicembre dal commissario La Paglia, dal dirigente Demetrio Barreca, dal consulente economico della terna Franco Consiglio, e dai Revisori dei conti. 

Oggi l'annuncio della bocciatura, formulato in forma telegrafica: il piano, è stato scritto, non è "congruo". Entro una settimana arriveranno le motivazioni che saranno contenute in una relazione dettagliata. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?