Salta al contenuto principale

Reggio, ex dipendenti Multiservizi
occupano Comune e chiedono certezze

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

REGGIO CALABRIA - Una settantina di ex dipendenti della Multiservizi, società mista sciolta dal Comune di Reggio Calabria, hanno occupato in serata Palazzo San Giorgio, chiedendo certezza sul proprio futuro. Stamattina si era tenuto un incontro tra i rappresentanti sindacali e il prefetto Gaetano Chiusolo, coordinatore della triade commissariale del Comune, il quale, lamentano i protestanti, non avrebbe garantito una soluzione ai loro problemi.
Secondo il racconto fornito dagli ex dipendenti, infatti, la soluzione si sarebbe allontanata dopo la decisione della Corte dei Conti, che recentemente ha bocciato il piano di rientro della commissione, rendendo sempre più attuale il rischio dissesto del Comune. In questo momento una delegazione è a colloquio con il prefetto che ha voluto incontrare i lavoratori per chiarire il contenuto dell’incontro di stamani. Il presidente della giunta regionale Giuseppe Scopelliti, presente a piazza Italia, ha affermato che Chiusolo si è dichiarato ottimista per la soluzione del problema; allo studio vi è la possibilità di far transitare i dipendenti nella Sati o creare una nuova società in house.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?