Salta al contenuto principale

Primarie Pd, l'area Civati candida Lo Polito
contro Magorno e Villella, aspettando Cuperlo

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 32 secondi

IL terzo candidato a presentarsi sulla griglia di partenza delle primarie per la segreteria calabrese del Pd è Mimmo Lo Polito. Il nome del sindaco di Castrovillari è stato ufficializzato oggi, su indicazione dell'area Civati, che quindi ha abbandonato la pista che sembrava portare verso l'indicazione dell'ex sindaco di Monasterace e icona antimafia, Maria Carmela Lanzetta.

Riteniamo siano ormai maturi i tempi per dare una scossa al partito regionale, condizionato in questi ultimi anni da una gestione commissariale che non ha consentito, a causa dei tanti problemi organizzativi, di sviluppare
proficuamente una dialettica protesa alla risoluzione dei problemi della Calabria. Mimmo Lo Polito saprà rappresentare l'esigenza di rinnovamento del partito, dei suoi organismi dirigenti, attraverso un dialogo fecondo e aperto ai
contributi dei tesserati e dei circoli utile ad affermare i principi della democrazia interna.

«Riteniamo siano ormai maturi i tempi - fanno sapere in una nota i vertici dell'area Civati Calabria - per dare una scossa al partito regionale, condizionato in questi ultimi anni da una gestione commissariale che non ha consentito, a causa dei tanti problemi organizzativi, di sviluppare proficuamente una dialettica protesa alla risoluzione dei problemi della Calabria. Mimmo Lo Polito - spiegano saprà rappresentare l'esigenza di rinnovamento del partito, dei suoi organismi dirigenti, attraverso un dialogo fecondo e aperto aicontributi dei tesserati e dei circoli utile ad affermare i principi della democrazia interna».

La candidatura di Lo Polito si aggiunge a quella di Bruno Villella, già segretario del Pd della provincia di Cosenza. Da Roma, invece, è arrivata l'indicazione del nome di Ernesto Magorno, deputato e sindaco di Diamante. Resta aperta, però, la posizione dell'area Cuperlo, che in Calabria conta numeri significativi e che ha mal digerito la candidatura di Magorno, esponente renziano peraltro inizialmente contrastato anche da alcuni esponenti dell'area che fa capo proprio al segretario nazionale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?