Salta al contenuto principale

Pd, ecco chi sono i 4 candidati che corrono
nelle primarie per la segreteria calabrese

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 5 secondi

SONO quattro i candidati che il 16 febbraio correranno per la segreteria regionale del Partito democratico della Calabria. Il Quotidiano lancia un sondaggio tra i lettori chiedendo di indicare chi, tra loro è l'uomo giusto per guidare il partito (VOTA IL SONDAGGIO). 

Ecco i profili dei quattro candidati. 

Bruno Villella, 61 anni, nato a Mandatoriccio, in provincia di Cosenza, vive a Castrolibero, è sposato e padre di due figli. Laureato in Ingegneria civile all'Unical esercita la libera professione. La prima esperienza politica risale ai tempi dell'università dove è stato rappresentante nel Cda.  Nell'ottobre 2010 ha ricoperto il ruolo di coordinatore provinciale della Federazione del Pd della Provincia di Cosenza, con il sostegno di Mario Oliverio. E nelle fila del Pd è stato candidato al Senato nel 2013. Ora si presenta da outsider rispetto alle 3 correnti del partito.

Ernesto Magorno, 53 anni, è nato a Diamante, in provincia di Cosenza, laureato in Giurisprudenza alla Sapienza, è avvocato. Milita nelle giovanili socialiste dal 1979. La prima esperienza amministrativa è del 1987, a 26 anni, come assessore della sua città. Più volte consigliere comunale, nel 1999 si è candidato alla Provincia di Cosenza ed è subentrato 3 anni dopo. Rieletto nel 2004, diventa capogruppo provinciale  Ds. Nel 2007 diventa sindaco di Diamante, riconfermato nel 2012. Nominato attraverso le primarie del 2007 membro della costituente del Pd in Calabria, nel 2008 si candida senza successo per la Camera. Nel 2013, invece, entra a Montecitorio. Grande sostenitore di Renzi sin dalle primarie 2012, il suo nome ha ricevuto l'investitura romana.

Massimo Canale, reggino, 44 anni, si è laureato in Giurisprudenza all'Università di Pavia ed esercita la professione di penalista nella sua città. Si è sposato nel luglio scorso. Si candida alle comunali la prima volta nel 1997, a 27 anni. Subentra un anno dopo e siede tra i banchi dello Sdi. Si ricandida nel 2002 e viene eletto nelle fila dei Comunisti italiani. Nel 2006 diventa assessore provinciale nella giunta Morabito. Un anno dopo torna in consiglio comunale e nel 2011 si candida a sindaco per Pd e Rifondazione ma viene sconfitto da Demetrio Arena. Nella corsa alla segreteria regionale Pd è sostenuto dall'area Cuperlo.

Domenico Lo Polito, 48 anni, è nato a Castrovillari. Laureato in Giurisprudenza all'Università di Bari, dal 1993 svolge la professione di avvocato. Sposato con una ex compagna di scuola, ha tre figli. Già assessore e consigliere comunale a Castrovillari, nel 2013 è stato eletto sindaco della città del Pollino. È stato scelto come candidato dei civatiani dopo che era stata avanzata l'ipotesi di puntare sull'ex sindaco di Monasterace Maria Carmela Lanzetta.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?