Salta al contenuto principale

La commissione Antimafia sceglie come consulente
il giovane cronista giudiziario Claudio Cordova

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 27 secondi
REGGIO CALABRIA -  Tra gli esperti designati giovedì sera dalla Commissione parlamentare antimafia presieduta da Rosy Bindi spicca anche il nome di Claudio Cordova, 28 anni, cronista di giudiziaria de “Il Quotidiano della Calabria”.   
Il giornalista che si occuperà dell'area grigia della 'ndrangheta, e in particolare del ruolo  della stampa, sarà “un collaboratore a tempo parziale e in maniera non retribuita” della Commissione.  Cordova, originario di Reggio Calabria, ha lavorato per diverse testate locali, occupandosi di cronaca nera e giudiziaria. 
Dall’aprile 2012 è direttore responsabile del giornale online “Il Dispaccio” ed attualmente collabora con “Il Quotidiano della Calabria”.  Per “Laruffa editore” nel 2010 ha pubblicato il libro-inchiesta sul traffico di rifiuti tossici e radioattivi “Terra Venduta – Così uccidono la Calabria – Viaggio di un giovane reporter sui luoghi dei veleni”.
Successivamente è stato autore, sempre per “Laruffa editore” de “Il Sistema Reggio”,  il primo libro-inchiesta sulla città dello Stretto che, alla luce di dati oggettivi, mostra come – dall’economia alla politica, passando per la criminalità organizzata – tutto sia, appunto “Sistema”.  Un lungo lavoro di ricerca e di approfondimento, quello di Cordova, sui gruppi e i grumi di potere che comandano Reggio, grazie a giochi di  palazzo, giri di poltrone, con la costante e opprimente presenza della criminalità. 

REGGIO CALABRIA -  Tra gli esperti designati giovedì sera dalla Commissione parlamentare antimafia presieduta da Rosy Bindi spicca anche il nome di Claudio Cordova, 28 anni, cronista di giudiziaria de “Il Quotidiano della Calabria”.   Il giornalista che si occuperà dell'area grigia della 'ndrangheta, e in particolare del ruolo  della stampa, sarà “un collaboratore a tempo parziale e in maniera non retribuita” della Commissione.  Cordova, originario di Reggio Calabria, ha lavorato per diverse testate locali, occupandosi di cronaca nera e giudiziaria. Dall’aprile 2012 è direttore responsabile del giornale online “Il Dispaccio” ed attualmente collabora con “Il Quotidiano della Calabria”.  Per “Laruffa editore” nel 2010 ha pubblicato il libro-inchiesta sul traffico di rifiuti tossici e radioattivi “Terra Venduta – Così uccidono la Calabria – Viaggio di un giovane reporter sui luoghi dei veleni”.

Successivamente è stato autore, sempre per “Laruffa editore” de “Il Sistema Reggio”,  il primo libro-inchiesta sulla città dello Stretto che, alla luce di dati oggettivi, mostra come – dall’economia alla politica, passando per la criminalità organizzata – tutto sia, appunto “Sistema”.  Un lungo lavoro di ricerca e di approfondimento, quello di Cordova, sui gruppi e i grumi di potere che comandano Reggio, grazie a giochi di  palazzo, giri di poltrone, con la costante e opprimente presenza della criminalità. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?