Salta al contenuto principale

Lorenzin: «Grande sforzo in Calabria sulla sanità»
Il ministro promuove il lavoro dell'"amico" Scopelliti

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 1 secondo

REGGIO CALABRIA - «La sanità calabrese ha fatto un grandissimo sforzo negli ultimi tre anni. Negli ultimi sei mesi in particolare sono stati recuperati oltre 53 milioni di euro. Quindi, sostanzialmente, dal punto di vista finanziario, possiamo dire che la Regione Calabria ha raggiunto l'equilibrio di bilancio». Lo ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin parlando con i giornalisti a Reggio Calabria, dove si trova per partecipare ad un’iniziativa promossa dal settimanale Panorama.

«Questo - ha aggiunto Lorenzin - è un dato importantissimo e se lo aggiungiamo all’adeguamento delle reti territoriali, che sono poi le valutazioni sui livelli essenziali di assistenza, noi potremmo dal 2015, ovviamente sempre vigilando e con un lavoro molto forte, poter dire che s'inizia una nuova stagione. Per farlo però ci vogliono un grande impegno ed una grande volontà e non bisogna mollare neanche di un punto il rigore di questi anni, che è un rigore necessario soprattutto per i cittadini calabresi che hanno il diritto di avere una sanità allo stesso livello delle altre regioni». 
Per il ministro della Salute Beatrice Lorenzin non è più il tempo di praticare tagli lineari alla spesa sanitaria in Italia: «E' un metodo che, al contrario, darebbe una scusa a chi ancora nel sistema non vuole lavorare in modo strutturale contro gli sprechi», ha spiegato il ministro entrando al Teatro Cilea di Reggio Calabria per un’intervista pubblica nel quadro della manifestazione "Panorama d’Italia". Il ministro ha anche evidenziato la situazione occupazionale nel comparto sanità della Calabria: «La mancanza di organico sta diventando un serio problema per la sanità non solo in Calabria, che a causa del piano di rientro e del blocco del turnover ha perso circa tremila operatori. Ma alla luce dei dati che riguardano il piano di rientro della sanità c'è la possibilità di sbloccare il turnover e recuperare in una prima fase 380 posti di lavoro».
Infine il ministro ha avuto parole di solidarietà verso il presidente della giunta calabrese Giuseppe Scopelliti che ha annunciato le dimissioni dopo la condanna intervenuta pochi giorni fa per abuso di ufficio e falso ideologico: «Confido che nei prossimi gradi di giudizio la verità sarà accertata e in generale rilevo che si comminano pene molto rilevanti rispetto ai comportamenti giudicati in casi di questo genere».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?