Salta al contenuto principale

Idea Maiolo nel Pd, da Catanzaro Fi vuole Santelli
Partita a scacchi per le Europee, pensando alla Regione

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 26 secondi

I BIG catanzaresi di Forza Italia organizzano le fila per le Europee, convenendo sulla candidatura di un esponente di primo piano del Partito. Hanno fatto un nome soltanto: quello della coordinatrice regionale Jole Santelli. Da Tallini a Abramo, da Wanda Ferro a Galati, a Magno. E l’auspico che la parlamentare cosentina prenda una decisione arriva anche da altre zone. La Santelli non si è pronunciata. Un suo no porterebbe Fi a ritornare sull’argomento con Pino Galati. E questo potrebbe significare, ad elezione avvenuta, un concorrente diretto in meno per la Santelli nella corsa verso la Regione. 

Fermento anche in casa Pd. Una riunione a porte sbarrate dell'area Renzi si è tenuta ieri a Lamezia Terme. Quali erano le urgenze? Fare chiarezza su quanto accaduto negli ultimi giorni e consegnare lunedì al vice segretario Lorenzo Guerini un quadro di unitarietà rispetto alle candidature europee, considerato che mercoledì 9 aprile la direzione nazionale li renderà noti. Intanto, c’era un malumore strisciante e sommerso per la vicenda della lettera di raccomandazione di Magorno alla giornalista Rai Annamaria Terremoto. Ma il punto da chiarire e i convenuti l’hanno chiarito facendosi dire solennemente da Magorno che lui non si candida alle primarie per la presidenza della regione.

Per le Europee invece nel partito al momento ci sono tre indicazioni di candidature. Quelle degli uscenti Pino Arlacchi e Mario Pirillo. E poi la new entry Massimo Canale. I primi due sono già in pista, ma nessuno dei due proviene da un’indicazione di area renziana calabrese. E ieri la riunione ristretta ha ipotizzato di stringere su un solo candidato. Che potrebbe essere Mario Maiolo. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?