Salta al contenuto principale

Due pensionati nominati consulenti di Ciucci
per i lavori sull'A3: la protesta dei grillini

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 50 secondi

CATANZARO - I lavori per il completamento dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria procedono a rilento e con costi esorbitanti. Sarà per questo che il presidente dell'Anas Pietro Ciucci ha deciso due incarichi esterni per altrettanti professionisti già in pensione, con un costo di 90mila euro ciascuno. A denunciare il fatto sono i parlamentari del Movimento 5 Stelle, Azzurra Cancelleri e Sebastiano Barbanti, i quali hanno presentato una interrogazione al Ministro dell’economia e delle Finanze ed al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti.

Nell'interrogazione viene chiesto ai ministri «di verificare i motivi del ritardo nella conclusione dei lavori alla data annunciata; di indicare la data certa del fine lavori e i costi aggiuntivi rispetto al quadro economico iniziale e le connesse motivazioni; nell’ottica della spending review, la revoca immediata dei due incarichi affidati dal direttore dell’Anas, visto che le due nomine configurano un costo aggiuntivo a carico dell’azienda e se tali incarichi non possano essere ricoperti dalle molteplici figure dirigenziali interne all’Anas».

Nel testo, Cancelleri e Barbanti sostengono: «I lavori per la Salerno-Reggio Calabria vanno a rilento ma c'è sempre spazio per nuovi incarichi e prebende. Il presidente Ciucci trova tempo e denaro per regalare munifici incarichi a due pensionati». 

«Nei mesi passati - aggiungono - sia con l’allora ministro Corrado Passera sia con l’attuale componente del Governo Maurizio Lupi, il presidente Anas Pietro Ciucci aveva indicato la fine del 2013 come data per terminare i lavori sulla Salerno-Reggio Calabria. Oggi scopriamo che il presidente Ciucci arruola due pensionati per l’ufficio unità di riserva creato ad hoc. Le persone in questione sono Ciriaco D’Alessio di 66 anni e Francesco Bonparola di 77 anni, che sono stati preferiti alle decine di dirigenti interni; i due percepiranno un compenso di 90 mila euro ciascuno così suddivisi: 70 per la collaborazione e altri 20 mila di incentivo».

Da qui la richiesta ai ministri interessati di verificare la situazione dell'autostrada e gli incarichi voluti da Ciucci.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?