Salta al contenuto principale

Elezioni regionali, Corbelli ha ritirato la candidatura
Saltano le primarie istituzionali. via libera al voto

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 13 secondi

CATANZARO - Le primarie istituzionali non si faranno. E’ questo l’esito dell’incontro tra la presidente facente funzioni della Regione Calabria, Antonella Stasi, e il leader del movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, unico candidato per le primarie volute dalla legge regionale. Corbelli ha così deciso di fare un passo indietro «per la Calabria e i calabresi», ha detto alla fine dell’incontro. Entro giovedì la presidente Stasi indicherà, quindi, la data delle elezioni regionali che dovrebbe essere quella del 9 o del 16 novembre. In questo modo, la presidente facente funzioni potrà anche rispettare quanto deciso dal Tar Calabria che aveva imposto la fissazione della data entro dieci giorni dalla sentenza. 

Corbelli, tra l’altro, ha fatto sapere che una parte dei fondi regionali stanziati per le primarie istituzionali sarà destinata ai bisognosi ed ai disagiati, verso i quali «da anni - ha sottolineato il leader di Diritti civili - portiamo avanti il nostro impegno anche con battaglie politiche e sociali».

Da parte sua la Stasi ha precisato di aver «fatto presente a Corbelli i costi delle primarie istituzionali. Avremmo dovuto prevedere infatti circa 2 milioni di euro e con grande responsabilità Corbelli ha deciso di rinunciare e non far gravare questi costi sui calabresi. In ogni caso procede senza sosta l’iter relativo alla predisposizione ed alla firma del decreto per l’indizione delle elezioni regionali».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?