Salta al contenuto principale

Pd, Renzi nomina Stefania Covello nella segreteria nazionale. Tra i 15 c'è anche Carbone

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 22 secondi

C'è una calabrese tra i 15 presecleti per la segreteria nazionale del Pd, indicati da Matteo Renzi dopo la riunione della direzione. Si tratta di Stefania Covello, deputata dal 2013, figlia di Franco, a lungo senatore ed esponente di spicco della Dc calabrese. Già consigliere regionale calabrese, Stefania Covello ha 42 anni e nel Pd apparteneva in precedenza alla corrente che faceva riferimento a Fioroni. Insieme a lei Renzi ha nominato anche Ernesto Carbone, quarantenne cosentino di nascita ma trapiantato in Lombardia dove è stato eletto alla Camera.

In tutto la nuova segretaria è compsosta da 15 persone: 8 donne e 7 uomini. Questi ultimi sono Filippo Taddei, Enzo Amendola, Andrea De Maria, Emanuele Fiano, Davide Ermini e, appunto, Ernesto Carbone. La squadra femminile è composta da Stefania Covello, Chiara Braga, Micaela Campana, Valentina Paris, Alessia Rotta, Lorenza Bonaccorsi, Sabrina Capozzolo e Francesca Puglisi. Le deleghe, annuncia Renzi, saranno assegnate giovedì prossimo. E il leader Pd commenta: «Ci riuniremo agli stessi orari antelucani della segreteria precedente».

«Non userei il termine compatta nè unitaria, direi plurale», ha commentato a proposito della nuova segreteria Gianni Cuperlo. La minoranza è rappresentata da Amendola (dalemiano), Campana e Rotta (bersaniane). Fiano, Puglisi e Braga fanno riferimento all'Areadem.

Soddisfazione per la nomina di Stefania Covello è stata espressa dal segretario regionale del Pd, Ernesto Magorno: «Un risultato importante - ha detto - che premia il lavoro dell’intero Pd calabrese ed un motivo d’orgoglio per tutti i democratici calabresi, ma anche uno stimolo ulteriore per continuare a lavorare con determinazione in vista delle prossime elezioni regionali».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?