Salta al contenuto principale

Regionali, i costi peseranno sulla prossima giunta
E ancora c'è da pagare un milione delle elezioni 2010

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

 

CATANZARO - I soldi per fare le elezioni ci sono. O quasi. Il ministero dell'Interno anticipa e la giunta regionale che sarà eletta, nella prossima tornata elettorale, pagherà in futuro. Ieri l'esecutivo ha "deliberato di dare atto del preventivo di spesa per le attività relative al procedimento elettorale per l’elezione anticipata del nuovo Presidente della Giunta e dei membri del Consiglio regionale nella misura di euro 7.836.336". 

Sono soldi che, in realtà, l'ente dovrà restituire al Ministero nei prossimi anni. Così come è accaduto nel 2010 con la giunta regionale presieduta da Agazio Loiero. In realtà la presidente facente funzioni si era accorta che, nell'ultima seduta di Consiglio regionale, si era deciso di non discutere il punto che prevedeva una variazione di bilancio per fare in modo che si svolgessero le elezioni. La Stasi stizzita aveva rimandato l’atto (volutamente dimenticato) al mittente, ovvero al presidente dell'assise, Franco Talarico. Ma il capo dell’assise regionale non aveva battuto ciglio: «Non si può riconvocare il Consiglio perché sono scaduti i sessanta giorni prima delle elezioni» (LEGGI). 

Follie della Calabria. I dirigenti si mettono a lavoro e viene trovata la soluzione: ovvero arriva in soccorso il ministero, pagheranno quelli che verranno. Dieci milioni sono costate le elezioni regionali del 2010 e di quei soldi è rimasto ancora un milione da pagare, come debito fuori bilancio.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?