Salta al contenuto principale

Cosenza, precari in piazza e cariche della polizia
Striscioni e maschere da Pinocchio contro Renzi

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 14 secondi

COSENZA - Il premier Matteo Renzi è giunto a Cosenza in serata per la chiusura della campagna elettorale del candidato governatore Mario Oliverio e ad accoglierlo ha trovato una folla di precari riunitisi per contestarlo e chiedere impegni concreti per il loro futuro occupazionale. In piazza si sono riuniti i precari della giustizia della Cgil Fp e i percettori di ammortizzatori sociali in deroga che hanno esposto due striscioni alle transenne per poi recarsi in auditorium per ascoltare gli interventi mentre un altro gruppo di manifestanti è partito dal centro di Cosenza e ha raggiunto la zona dove si trova l’auditorium Guarasci che ospita la manifestazione. 

GUARDA IL VIDEO

Da un gruppo di manifestanti a circa duecento metri di distanza dall’auditorium che si è aggiunto alla protesta è partito un lancio di bottiglie e fumogeni contro le forze dell’ordine. I manifestanti hanno anche cercato di sfondare il posto di blocco istituito dalle forze dell’ordine che stanno presidiando la zona e che hanno risposto con una breve carica che è servita a bloccarne le intemperanze. Negli scontri tre poliziotti sono rimasti contusi in maniera lieve. Uno dei contestatori ha subìto contusioni più serie ed è stato portato in ospedale per le cure.

Altri manifestanti nel frattempo giunti sul posto indossano maschere con foto di Renzi e nasi di Pinocchio chiedendo «reddito, casa e lavoro». Alcuni reggono uno striscione con la scritta «Sblocca Renzi».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?