Salta al contenuto principale

Cosenza, la Corte dei conti approva il Piano
Si allontana lo spettro del default per il Comune

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

COSENZA - Le Sezioni riunite della Corte dei Conti hanno accolto nel merito il ricorso presentato dal Comune di Cosenza, guidato dal sindaco Mario Occhiuto, riguardo la deliberazione della sezione di Catanzaro relativa al dissesso del comune. In questo modo, dunque, la Corte dei conti ha approvato il piano di riequilibrio del Comune di Cosenza che vede allontanarsi il rischio del default. 

A diffondere la notizia è il Comune che con una nota ha chiarito che «l'accoglimento dell’istanza, presentata dall’avvocato Gaetano Callipo, scongiura l’ipotesi di dissesto finanziario cui sarebbe andata incontro la città in caso di bocciatura». Soddisfatto il vicesindaco con delega al Bilancio, Luciano Vigna, per il quale «l'approvazione del Piano di riequilibrio ci gratifica profondamente, soprattutto per gli sforzi profusi nelle azioni di risanamento che abbiamo portato avanti in questi anni. Il pagamento dei debiti arretrati, lo stralcio di 70 milioni di euro di residui attivi e la riduzione netta della spesa corrente rappresentano i primi risultati concreti che questa Amministrazione ha ottenuto con grande senso di responsabilità». Vigna sottolinea che poi che «nel 2010 il Comune era in uno stato di default economico finanziario; oggi ha uno strumento di programmazione che negli anni futuri permetterà il raggiungimento di un reale risanamento di cui beneficeranno tutti i cittadini».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?