Salta al contenuto principale

Chiesto rinvio a giudizio per l'ex assessore Tallini: è accusato di abuso d'ufficio

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

CATANZARO - La Procura della Repubblica di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio dell’ex assessore al personale della Regione Calabria, Domenico Tallini, di Fi, per
abuso d’ufficio in relazione ad una delibera di Giunta per il trattenimento in servizio di due dirigenti dell’Ente. Lo ha reso noto lo stesso Tallini con una nota.

L’inchiesta è iniziata dopo un esposto dei sindacati che lamentavano presunte irregolarità nella stipula dei contratti di due dirigenti esterni. Il 16 maggio scorso Tallini - rieletto consigliere regionale in occasione delle votazioni del 23 novembre scorso - era stato sentito dal pm titolare dell’inchiesta, il sostituto procuratore Gerardo Dominijanni, e si era detto estraneo alle accuse.

«In ordine all’istanza di rinvio a giudizio presentata dal pm Dominijanni al Gip del Tribunale di Catanzaro per i reati ipotizzati di abuso d’ufficio e concorso formale, in merito
all’adozione di una delibera di G.R. di trattenimento in servizio di due dirigenti regionali - afferma oggi Tallini in una dichiarazione - sento di poter dichiarare che rispetto il lavoro dei magistrati e che sono sereno in ordine alla mia condotta, nella qualità di assessore al Personale, sull'iter della pratica in oggetto. Sono, altresì, convinto che potrò dimostrare di aver sempre agito con correttezza e linearità nell’esclusivo interesse della Regione Calabria».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?