Salta al contenuto principale

Castrovillari si prepara alle Primarie del centrosinistra
Tre i candidati in corsa, si voterà il 22 febbraio

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 23 secondi

CASTROVILLARI (CS) - La prossima primavera vedrà i cittadini calabresi di dversi comuni confrontarsi con la scelta dei consiglieri comunali e dei sindaci. Uno dei comuni che andrà alle urne è Castrovillari dove il centrosinistra ha fissato la data delle primarie per la scelta del candidato a sindaco. 

A competere saranno Mimmo Lo Polito, Antonio Morelli e Mariella Saladino, tutti del Partito democratico, gli elettori del centrosinistra saranno chiamati ad esprimersi il 22 febbraio prossimo mentre nelle scorse ore si è proceduto al sorteggio dell’ordine dei nomi dei candidati sulla scheda. 

Il segretario del circolo del Pd di Castrovillari Antonello Pompilio ha sostenuto che «le primarie saranno sicuramente un momento importante e di crescita per l'intera comunità di Castrovillari. Saranno primarie - ha aggiunto - che si svolgeranno all’insegna della correttezza e della libera e piena partecipazione democratica». 

Lo Polito, da parte sua, ha messo in rilievo come la politica deve essere quotidianità, vita di tutti i giorni. «Non è ammissibile - ha sostenuto - che dall’insediamento dei commissari al comune nessuna forza politica, tranne il Pd, ha preso posizione su qualsiasi questione. Le primarie dovranno servire a riavvicinare i cittadini alla politica. C'è tanto da fare, il centro sinistra ha le capacità per fare bene. Io voglio ricominciare da dove sono stato costretto a lasciare». 

«Le primarie - ha detto invece Morelli - sono una scelta che apriranno il dibattito politico all’interno della città. Non siamo tre candidati l’uno contro l’altro. Siamo tre anici, tre compagni che si confrontano per dare il meglio e per lavorare per Castrovillari. Questo è lo spirito che ci anima. E' necessario rimettere insieme il centro sinistra. C'è bisogno di unità e Castrovillari non potrà essere governata da una persona sola, ma ha bisogno di tutti. Bisogna agire a livello di territorio e aprirsi alla Sibaritide. Se dovessi fare il sindaco lo farei a tempo pieno, anche perché fare il sindaco di Castrovillari non è e non può essere un passatempo». 

Infine Mariella Saladino ha tenuto a precisare che durante la campagna elettorale per le primarie parlerà solo di «progetti politici e non di persone, anche perché gli avversari da sconfiggere stanno fuori dal Pd. Io - ha aggiunto - voglio metterci la faccia. Non potevo stare alla finestra. Ho 32 anni e intendo dimostrare che anche noi giovani abbiamo le capacità di poter amministrare. Le prossime elezioni amministrative saranno l'ultimo treno per Castrovillari. C'è bisogno di competenze. Io voglio mettere a disposizione le mie competenze. Mi auguro - ha concluso - che il prossimo 22 febbraio siano i cittadini a scegliere liberamente chi dovrà essere il candidato a sindaco del centro sinistra»

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?