Salta al contenuto principale

Oliverio non aspetta più il Governo, la Giunta
sblocca i concorsi per il personale negli ospedali

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 36 secondi

CATANZARO - Mario Oliverio non aspetta più e "libera" gli ospedali dal blocco del turn over. Così, con una giunta straordinaria, allargata ai sub commissari della sanità, apre ai concorsi per cento posti di lavoro.

CHIUDE PEDIATRIA A LAMEZIA E CATANZARO VA NEL CAOS

La Giunta regionale si è riunita, in seduta straordinaria in giornata sotto la Presidenza del Presidente Mario Oliverio. Aprendo i lavori, è stato lo stesso governatore ad avidenziare l’importanza della riunione di Giunta in seduta straordinaria convocata «in considerazione della grave situazione in cui versa il settore della sanità. Anche in assenza della nomina del Commissario - ha detto - riteniamo urgente e non più procrastinabile l’assunzione di misure e decisioni per far fronte alle emergenze determinatesi in alcuni servizi ospedalieri ed in particolare nei servizi di emergenza-urgenza».

OLIVERIO SBOTTA COL GOVERNO PER IL COMMISSARIO: ORA BASTA

«In tal senso - ha sostenuto il Presidente della Giunta - riteniamo necessario un esame di merito delle situazioni segnalate dai direttore generali delle aziende ospedaliere, a partire dalle strutture Hub, al fine di affrontare le situazioni di criticità, attraverso l’espletamento dei concorsi per la copertura dei posti vacanti di personale medico e paramedico necessario a garantire i servizi. Riteniamo che bisognerà decidere un primo blocco di assunzioni, attraverso l’indizione di concorsi e, nelle more, attivando anche procedure urgenti, consentite dalla legge, per le strutture ospedaliere Hub a cui devono seguire, in breve tempo, altrettanti decisioni per garantire i servizi di emergenza-urgenza anche negli ospedali, così detti, Spoke».

I sub-commissari Pezzi ed Urbani, dal canto loro, hanno espresso condivisione sulle preoccupazioni espresse dal presidente Oliverio e si sono dichiarati disponibili ad assumere i provvedimenti amministrativi e ad attivare le procedure necessarie all’espletamento dei concorsi, limitatamente al quadro delle esigenze prospettate dai direttori generali delle Aziende ospedaliere e condivise con la Giunta regionale. 

A conclusione della riunione, dunque, è stato deciso di procedere all’indizione di concorsi per oltre cento unità, riguardanti personale medico, tecnici di laboratorio e personale infermieristico da utilizzare per garantire i servizi delle emergenze-urgenze, pronto soccorso e radiologia.

E mentre Oliverio procedeva con lo sblocco dei concorsi, dal suo stesso partito, il Pd, si evidenziava la decisione del Governo di inserire la nomina del commissario nell'ordine del giorno del Consiglio dei ministri di martedì. E' stato il consigliere regionale Mimmo Bevacqua a dare la notizia: «Apprendiamo con viva soddisfazione che all’ordine del giorno della riunione del Consiglio dei Ministri di domani c'è la nomina del Commissario per la sanità calabrese. E’ la conferma di quanto preannunciato nei giorni scorsi». Bevacqua ha sottolineato la «necessità e l'urgenza di tornare a governare un settore così importante e così fragile come quello della sanità in Calabria».

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?