Salta al contenuto principale

Oliverio a Catanzaro: «Sul dissesto
l'intervento del Governo è urgente»

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 13 secondi

CATANZARO - La situazione di dissesto idrogeologico venutasi a determinare nei comuni di Oriolo, Petilia Policastro, Scala Coeli e Canolo è stata al centro dell’incontro che il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, ha avuto con il responsabile nazionale di #italiasicura, la struttura di missione di Palazzo Chigi, Erasmo D’Angelis. Nei quattro centri calabresi si sono registrati movimenti franosi che, in alcuni casi, hanno messo a forte rischio gli stessi abitati.

LEGGI la situazione ad Oriolo

In alcuni casi i sindaci sono stati costretti a disporre lo sgombero di alcune abitazioni. Danneggiate anche diverse infrastrutture e molti collegamenti viari.

Le attività produttive sono state praticamente messe in ginocchio e, per questo, la Giunta regionale della Calabria ha deliberato la richiesta di calamità al Governo centrale.

«Si tratta - ha detto il presidente Oliverio, secondo quanto riporta un comunicato della Regione - di situazioni gravi che hanno fatto riemergere le profonde ferite di cui è disseminato tutto il territorio calabrese, con interi versanti che ancora sono in movimento. Per fronteggiare adeguatamente la situazione è necessario mettere a punto un programma strategico di vasta portata che consideri la situazione comprensorio per comprensorio, bacino per bacino e, per questo, riteniamo sia non più rinviabile un intervento del Governo nazionale, con la destinazione di risorse adeguate. Va recuperata, inoltre, una cultura della cura e della manutenzione del territorio, evitando di agire, come abbiamo fatto sinora, solo sulle emergenze e sui disastri».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?