Salta al contenuto principale

Mileto, l'annuncio di Oliverio: presto una strada tra la fondazione di Natuzza e la Salerno-Reggio

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Un momento della presentazione della nuova strada
Tempo di lettura: 
2 minuti 33 secondi

MILETO (VV) - Si svolgerà domenica a partire dalle 9,30 del mattino la ventottesima edizione del raduno dei cenacoli di preghiera ispirati da Natuzza Evolo, la mistica di Paravati (principale frazione delle città normanna) in occasione della festa della Mamma. Un’edizione che, nell’attesa di notizia positive da Roma sulla canonizzazione della donna di fede deceduta l’1 novembre 2009, si apre comunque con una notizia positiva: l’annuncio del presidente della Regione Calabria Mario Oliverio sulla realizzazione di una strada di collegamento tra la A3 e la fondazione Cuore Immacolato di Maria rifugio delle Anime (ente che gestisce la Villa della Gioia il complesso architettonico a sfondo assistenziale e religioso ispirato da Natuzza).

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SU NATUZZA EVOLO
NEL FASCICOLO DINAMICO A LEI DEDICATO

«Stiamo predisponendo - ha annunciato Oliverio a margine di una riunione tesa alla firma di un protocollo di intesa per la metanizzazione di alcune aree delle Preserre vibonesi - il progetto per il collegamento tra l’autostrada e Paravati. Entro il mese di giugno – ha aggiunto - verrà presentato. Un progetto che sarà finanziato dalla programmazione 2014/2020 e attraverso esso faremo in modo che anche le nicchie di turismo vengano messe in rete ed utilizzate al massimo. Paravati ha in sé un turismo religioso importante che non può essere sottovalutato e questa infrastruttura consentirà un accesso più rapido, veloce e sicuro ad un luogo di fede meta di decine di migliaia di persone».

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SULLA FONDAZIONE
CUORE IMMACOLATO DI MARIA RIFUGIO DELLE ANIME
NEL FASCICOLO DINAMICO DEDICATO

Un progetto importante utile soprattutto a risolvere un problema ormai atavico relativo all’accesso al territorio comunale di Mileto, di cui Paravati è la frazione maggiore ma non l’unica. Già, perché lo svincolo dell’A3 esiste da decenni e il suo utilizzo potrebbe senza dubbio incentivare la presenza di fedeli a Paravati e in tutto il comprensorio Vibonese ma, per via di un percorso tracciato interamente in zone ad alto rischio idrogeologico e caratterizzato dalla presenza di frane e smottamento che rendono di fatto inutilizzabile l’infrastruttura, fino ad oggi si è rivelato una vera e propria cattedrale nel deserto. L’idea del presidente Oliverio, dunque, di rendere fruibile lo svincolo dell’A3, quando verrà portata a termine, potrà finalmente restituire ad un intero territorio l’accesso alla Salerno-Reggio Calabria, un territorio che aspettava e chiedeva un intervento di questo tipo da almeno 10 anni e che ora forse, grazie a Natuzza, potrà vedere realizzate le proprie legittime richieste.

Il raduno organizzato in occasione della festa della Mamma giunto alla sua 28esima edizione, dopo la processione della statua del Cuore Immacolato di Maria rifugio delle Anime per le vie del paese a partire dalle 9.30 prevede l’arrivo della folla di pellegrini nel parco della Villa della Gioia dove si reciterà il rosario, la supplica a Maria scritta dalla stessa Natuzza e la santa messa presieduta dal vescovo di Mileto-Nicotera-Tropea, Luigi Renzo. Durante l’intera giornata sarà possibile visitare la cappella che ospita la tomba della mistica e l’interno della costruenda chiesa mariana edificata su ispirazione ancora una volta di Natuzza Evolo.

Dossier: 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?