Salta al contenuto principale

La «sciatteria contabile» dell'Asp di Reggio Calabria
Debiti gonfiati e fatture pagate anche tre volte

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

REGGIO CALABRIA – Il quadro contabile che emerge all'Asp di Reggio Calabria è drammatico: debiti “gonfiati” da fatture, probabilmente anche inesistenti, in diversi casi già pagate che qualcuno immaginava di poter incassare due volte. Sono già emersi casi di doppi e tripli pagamenti che, si spera, siano solo casi isolati e frutto di errori materiali e non di malafede da parte di chi in questi anni ha gestito l’ufficio contabile dell'azienda.

Al caos contabile si aggiunge anche la nomina da parte del prefetto di Reggio Calabria di commissari ad acta per pagare ben 163 fatture per decine e decine di milioni di euro a seguito di sentenze del Tar di Reggio. Vertenze che hanno visto l’Asp soccombere perché nella maggior parte dei casi non si è nemmeno costituita in giudizio. C’è da dire che al momento in organico all’ufficio legale di sono solo tre persone chiamate a gestire un contenzioso pazzesco. Infatti a questi 163 richieste coatte di pagamento se ne aggiungono altre 100 in via di definizione.

Una situazione esplosiva che dimostra la «sciatteria» (parola del commissario Scura) con cui si è tenuta la contabilità amministrativa dell'Asp negli anni scorsi.

Il commissario ha inviato una task force da Catanzaro a supporto del Commissario Gioffré e dei pochi dirigenti rimasti in organico, affidando l'incarico di soggetto attuatore ad un esperto in materia, un commercialista, il dottore Evangelista, con un compito molto delicato: controllare tutto il debito ed effettuare i pagamenti.

E per tale ragione con un'interrogazione ai ministri dell'Economia e della Salute il deputato Sebastiano Barbanti del M5S ha chiesto l'invio a supporto di un nucleo speciale della Guardia di Finanza per coadiuvare il lavoro di Scura, Gioffrè e del soggetto attuatore Evangelista, evidenziano che in passato nemmeno un generale di corpo d'armata nominato nel 2008 commissario unico dal governo è riuscito a venirne a capo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?