Salta al contenuto principale

Cosenza, il vescovo: «Non ho sospeso io padre Fedele»
L'intervento dettato da una disobbedienza del frate

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 30 secondi

COSENZA - «Non ho sospeso io a divinis padre Fedele». Lo ha detto questa mattina il vescovo di Cosenza Salvatore Nunnari in una apposita conferenza stampa convocata per chiarire la sua posizione in merito alla nota vicenda del frate cosentino, in questi giorni clamorosamente assolto dall'accusa di aver violentato una suora all'interno dell'Oasi francescana di Cosenza (LEGGI LA NOTIZIA). 

Il presule, prossimo a lasciare la diocesi dopo oltre dieci anni di episcopato, ha inteso chiarire la sua posizione dopo le insistenti voci che lo indicavano come l'autore della sospensione. Nunnari, carte alla mano, ha detto che la sospensione a divinis è stata comminata nel febbraio del 2008 dalla Congregazione per gli istituti di vita consacrata della Santa Sede, lo stesso padre Fedele ha firmato la relativa sospensione. Ha inoltre precisato che padre Fedele fu sospeso dal suo ordine non tanto per la nota vicenda della suora bensì per aver disobbedito ai suoi superiori che a più riprese lo avevano invitato a non pronunciarsi sulla vicenda e ad allontanarsi anche da Cosenza. 

Tale disobbedienza è costata quindi l'allonamento dall'ordine e la successiva sospensione a divinis. Il vescovo si è soffermato anche sul rapporto avuto con le suore che denunciarono padre Fedele e ha detto di averle incontrate solo una volta quando andarono da lui per lamentarsi delle condizioni dell'Oasi: «Da allora non le ho più viste, neppure quando sono venute a Cosenza per i processi». 

Il presule ha più volte puntualizzato che l'ordine dei francescani si era schierato con padre Fedele mettedogli a disposizione due avvocati: il noto e compianto penalista cosentino Sorrentino, e Garmbardella di Lamezia, ha annunciato poi che per quanto riguarda la questione del Papa Giovanni a breve pubblicherà un libro bianco su tutto quello è veneramente accaduto

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?