Salta al contenuto principale

Allarme a Fincalabra: capitale sociale
di 23 milioni di euro quasi azzerato

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 13 secondi

COSENZA - Non solo il ciclone Rimborsopoli, fra i grattacapi che dovrà affrontare il Governatore Mario Oliverio, e come scrive il Quotidiano in edicola oggi, c’è anche Fincalabra. La finanziaria regionale oggi dovrà discutere il bilancio 2014 e i numeri sono da accapponare la pelle. A rendere macroscopica la perdita d’esercizio 2014, che è pari ad euro 6.707.507, è, per l’80%, ovvero per un importo pari ad euro 5.377.801, né più né meno che la somma di componenti straordinarie, investigate e portate alla luce dall’attuale governance di Fincalabra.

Una vera e propria voragine, secondo il nuovo Cda, sintesi di un falso equilibrio finanziario, risultato di ingenti perdite, fino ad oggi letteralmente occultate – è quanto emerge dalle circa 90 pagine della relazione agli azionisti della Spa – dalla costante erosione di un capitale sociale, interamente versato, di 23,7 milioni di euro, disponibile sui conti correnti della società. Ed è proprio sulla gestione o, meglio, sulla mancata gestione delle commesse, sul cui monitoraggio, stato di avanzamento e risultato progressivo si sarebbe dovuto basare il normale e corretto andamento contabile di Fincalabra, che si è incancrenita - secondo la relazione - la milionaria diseconomia e lo squilibrio finanziario. In sostanza è accaduto che il valore finale delle commesse è risultato paradossalmente maggiore dell’importo delle relative convenzioni, con scostamenti di oltre 2 milioni di euro complessivi e per i quali non è stato previsto, in passato, un accantonamento di spesa.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?