Salta al contenuto principale

Le reazioni: Renzi "spinge" Oliverio
Il premier: «Dai Mario, il Pd è con te»

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 32 secondi

ROMA - «Non bene, benissimo. Dai, Mario. Il Pd è con te». Così il segretario Pd Matteo Renzi risponde ad un lettore dell’Unità che gli chiede se, a suo avviso, il governatore calabro Mario Oliverio ha fatto bene a cambiare la Giunta.

Una presa di posizione subito condivisa da Magorno, segretario regionale del Pd che in un tweet ha sottoscritto: «Non posso non condividere le parole di Matteo Renzi a proposito della nuova Giunta».

Soffia invece sul fuoco l'opposizione: «Le critiche rivolte stamani dall’assessore Carlo Guccione, tuttora in carica, a Mario Oliverio su sanità e porto di Gioia Tauro certificano la grave crisi della maggioranza politica e dell’esecutivo». E’ quanto scritto in una nota del Coordinamento regionale del Nuovo Centrodestra. «Se un assessore regionale, che è il primo eletto in assoluto in Consiglio - aggiunge - afferma che in sette mesi la situazione della sanità è peggiorata, significa che siamo dinanzi a un’operazione di verità non più mascherabile dagli annunci. L’impressione è che nei prossimi mesi si assisterà a un ulteriore sfilacciamento della maggioranza, con ripercussioni serie sulla Calabria. Ricordiamo che nei giorni scorsi è passata quasi in secondo piano la notizia della perdita dei finanziamenti per le aree industriali. La Calabria si trova senza una guida di peso ormai dal marzo del 2014 e questi ormai otto mesi trascorsi dalle elezioni hanno solo acuito i problemi della Regione».

«Condivisibile, infine, il richiamo - conclude il coordinamento Ncd - ad una separazione tra questioni politiche ed aspetti giudiziari: aver fatto sì che un semplice avviso di garanzia divenisse motivo di perdita dell’agibilità politica pone Oliverio e la sua Giunta in una condizione di vulnerabilità evidente».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?