Salta al contenuto principale

No alle trivelle nello Jonio, protesta a Policoro
Oliverio: «Il mare è una risorsa per lo sviluppo»

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

POLICORO (MATERA) - Alcune centinaia di persone hanno partecipato stamani a Policoro (Matera) ad un corteo - appoggiato fin dai giorni scorsi dai presidenti delle Regioni Basilicata, Calabria e Puglia, Marcello Pittella, Mario Oliverio e Michele Emiliano - per opporsi alla possibilità, prevista in atti del Governo, di trivellare il Mare Jonio alla ricerca di petrolio.

Il corteo ha percorso circa due chilometri e si è concluso proprio con i comizi di Pittella, Oliverio ed Emiliano, che sono stati anche contestati da rappresentanti di gruppi politici - come il M5S e Fratelli d’Italia - e associazioni ambientaliste, convinti che le tre Regioni si siano opposte in modo «troppo morbido» alle scelte del Governo.

Parlando ai manifestanti, Pittella - ha reso noto l’ufficio stampa della giunta regionale lucana - ha annunciato la presentazione di una «proposta di dialogo» al Ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, «per evitare - ha aggiunto - azioni più consistenti contro le trivellazioni nello Jonio».

Oliverio ha definito il mare «una risorsa per il turismo e lo sviluppo non soltanto della Calabria», mentre Emiliano ha detto che «Basilicata, Calabria e Puglia sono contro le trivelle senza se e senza ma» e, alla fine del suo intervento, quello conclusivo, ha intonato «Bella ciao».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?