Salta al contenuto principale

Oliverio tra i crolli nel centro storico di Cosenza
«Spostare qui gli investimenti e la pianificazione»

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 19 secondi

COSENZA - Una pianificazione “a consumo zero di suolo”. E’ l’idea dello sviluppo urbanistico del governatore della Calabria Mario Oliverio, oggi a Cosenza per un sopralluogo nel centro storico insieme ai dirigenti del Pd, deputati e consiglieri regionali calabresi anche di altre forze politiche.

Nell’incontro alla Casa delle culture, convocata per fare il punto della situazione dopo la visita ai siti crollati e quelli a rischio, accompagnato dal sindaco Mario Occhiuto e dall’assessore regionale all’urbanistica Franco Rossi, il presidente della Regione ha sottolineato l’importanza di quella parte della città e chiesto una «attenzione convergente di tutte le istituzioni, del pubblico e del privati». La politica sul «consumo zero di suolo non significa bloccare lo sviluppo - ha spiegato Oliverio - ma spostare l’asse degli investimenti verso il recupero dei centri storici».

D’accordo con la linea di valorizzazione per attirare interessi diffusi anche il sindaco Mario Occhiuto. Il governatore ha consigliato di predisporre subito una mappatura dei rischi per classificare le situazioni più gravi e agire di conseguenze. Si potrebbe applicare un modello, ha suggerito, che consenta all’ente pubblico di intervenire e chiedere successivamente al privato il rimborso dell’investimento per la messa in sicurezza.

Proprio per rivitalizzare il centro storico di Cosenza, il segretario regionale Ernesto Magorno e il segretario provinciale Luigi Guglielmelli hanno annunciato che la festa regionale del Pd si terrà proprio nel centro storico, alla villa vecchia accanto al teatro Rendano, dal 16 al 20 settembre.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?