Salta al contenuto principale

Sanità, il commissario Scura nell'Alto Jonio
«Qui saranno rafforzate tutte le strutture»

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 7 secondi

ROSSANO (COSENZA) - «Il centro ospedaliero spoke di Rossano-Corigliano resterà anche se nell’assetto organizzativo degli ospedali del Pollino Sibaritide si mirerà ad evitare le fotocopie, ossia le stesse unità operative in tutti gli ospedali».

E’ quanto ha detto il commissario alla Sanità della Regione Calabria Massimo Scura nel corso dell’incontro con i sindaci del Pollino-Sibaritide che si è tenuto nella sala rossa di Palazzo San Bernardino a Rossano. La riunione, voluta da Scura proprio in prossimità delle ferie estive, era mirata a chiarire l’assetto organizzativo degli ospedali dello Jonio cosentino. Nei giorni scorsi, il commissario alla Sanità aveva incontrato, per lo stesso motivo i sindaci del Tirreno cosentino (LEGGI) a Paola, in un incontro in cui non sono mancati i momenti di tensione (GUARDA IL VIDEO).

Il sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, che ha preso la parola all’inizio dell’incontro, ha chiesto di potenziare i presidi ospedalieri di Rossano e Corigliano Calabro, in attesa della costruzione del nuovo ospedale della Sibartide, che, in particolare nei periodi estivi, sono carichi di lavoro ed il personale è costretto a turni estenuanti. Antoniotti ha sottolineato anche la necessità di avere ospedali efficienti visto il drammatico problema della statale 106 ionica che a causa dei numerosi incidenti comporta non poco lavoro per i medici ospedalieri.

«Saranno rafforzate tutte le strutture - ha ribadito Scura - in particolare partiremo da Castrovillari che è stata depauperata in questi anni mentre ora avrà 20 medici in più e allo stesso tempo sarà ricostituita l’unità operativa di Ortopedia. A Trebisacce sarà rafforzato il primo intervento che consentirà di stabilizzare i pazienti che poi saranno trasferiti a Rossano o a Corigliano. A Rossano potenzieremo la Chirurgia ed eviteremo in particolare gli ospedali fotocopia per evitare che un primario di Medicina, ad esempio, vada un pò a Rossano e un pò a Corigliano. Per quanto riguarda Cariati non ho ancora avuto modo di confrontarmi con le autorità locali. Ci tengo a precisare che ai cittadini non interessa l’organizzazione degli ospedali ma i servizi offerti e che questi siano buoni».

E sulla costruzione del nuovo ospedale della Sibaritide il commissario Scura ha garantito che sarà ultimato entro quattro anni perché «siamo in procinto di definire la progettazione e dopo aver ottenuto tutte le diverse autorizzazioni che mancano si partirà con i lavori che credo saranno avviati entro un anno».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?