Salta al contenuto principale

Regione, gli eletti del Pd aprono il confronto
Guccione non si presenta e acuisce lo scontro

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 41 secondi

LAMEZIA TERME - È iniziata e si è conclusa intorno alle 14 la riunione degli eletti del Partito democratico presso l'Hotel Ashley alla Marinella di Lamezia. Un incontro che ha registrato ben 4 ore di dibattito. Dopo l'introduzione del segretario regionale Ernesto Magorno che ha proposto di tenere a breve un seminario di approfondimento dei temi affrontati oggi, ovvero l'agenda politica del Pd e relativi contenuti, la relazione è stata fatta dal presidente Mario Oliverio che ha fatto il punto della situazione soprattutto in ordine all'interlocuzione in corso con il governo nazionale e dopo l'incontro col ministro Graziano Delrio.

L'INCONTRO CON LA RESA DEI CONTI NEL PD

Presenti il sottosegretario Marco Minniti (che poi ha lasciato la sala per rientrare a Roma), il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto, il presidente dell'assemblea regionale del Pd Peppino Vallone, parlamentati, assessori e consiglieri regionali. Assente l'ex assessore Carlo Gucvione. Assenti giustificati gli onorevoli Stefania Covello e Brunello Censore. 

Al termine dell'incontro non è stato elaborato nessun documento ma i presenti hanno concluso che si è trattato di un incontro positivo. La ragione è stata quella di fare il punto della situazione in occasione della presentazione della nuova giunta regionale alla deputazione calabrese. Tanti i temi toccati, da quelli della sanità, dove sono state fatte aspre critiche ai commissari Scura e Urbani, alle polemiche sull'inibizione dell'autorità anticorruzione della quale Oliverio attende la notifica per valutare il da farsi. Il segretario regionale Magorno ha annunciato che nei prossimi giorni si terrà un seminario di approfondimento dei temi affrontati questa mattina e che attengono all'attività di governo regionale e dei rapporti col governo centrale. Sempre Magorno ha ipotizzato che, nell'ambito della festa dell'Unitâ regionale che partirà a Cosenza il prossimo 15 settembre si possa tenere una sessione dell'assemblea regionale del Pd. In definitiva quella rappresentata questa mattina è stata una prova di unità e compattezza, in realtà dietro le quinte c'è un generale riposizionamento di soggetti e gruppi affini in vista di scenari futuri.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?