Salta al contenuto principale

Regione, partita una verifica su tutte le nomine
in attesa di quelle dei direttori generali delle Asp

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

CATANZARO - Dopo il caso Gioffrè, la presidenza della giunta regionale ha diramato una circolare interna per un'attenta verifica di tutte le nomine fatte in questi mesi in base alla normativa 39/2013 che disciplina le inconferibilità e incompatibilità tra vertice amministrativo della Regione e cariche elettive. Lo scrive Adriano Mollo sul Quotidiano del Sud in edicola oggi, ricordando la vicenda Gioffré (LEGGI), che costerà al presidente Oliverio, non appena sarà notificata, l'inibizione a fare nomine per tre mesi.

Una vicenda che ha fatto suonare un campanello d'allarme. Sotto esame sono non solo le prossime nomine dei direttori generali, amministrativi e sanitari dell'aziende sanitarie, ormai impellenti, ma anche quelle dei dirigenti dell'amministrazione regionale e degli enti in house o controllati dalla Regione fatte dall’inizio della legislatura.

Sull'iter da seguire sembra che non ci siano problemi, se le nomine verranno deliberate dalla giunta prima della notifica della sanzione ad Oliverio, il presidente potrà poi firmare anche i decreti di nomina, altrimenti, così come prevede lo Statuto in caso di impedimento del presidente, a farlo sarà il vicepresidente Antonio Viscomi. E sulla possibilità che possa essere quest'ultimo non ci sono dubbi interpretativi perché c'è il precedente della scorsa legislatura con Antonella Stasi che già prima dela condanno di Scopelliti ha decretato nomine.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?