Salta al contenuto principale

La Camera approva una mozione per i trasporti in Calabria
E scatta la corsa alla primogenitura della proposta

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 22 secondi

CATANZARO - E' stata approvata stamani alla Camera una mozione a favore del potenziamento del sistema infrastrutturale dei trasporti in Calabria. Particolare curioso: suu questa mozione si è scatenata una sorta di gara alla primogenitura.

Dice Enza Bruno Bossio (Pd): «La decisione odierna accelera inevitabilmente la stipula dell’Intesa di Programma tra Ministero dei Trasporti e Regione Calabria. Le problematiche che sono state al centro del confronto tra il presidente della Giunta regionale, Oliverio, e il ministro Delrio hanno trovato pieno riscontro nel dibattito parlamentare e nel testo della mozione approvata. Alla luce di tutto ciò assume maggiore rilievo ed efficacia la decisione, che abbiamo già assunto in sede di commissione Trasporti, di organizzare una missione parlamentare in Calabria per affermare la centralità della velocizzazione dei trasporti calabresi nell’ambito delle strategie nazionali di sviluppo».

«Sono contento di aver provocato la discussione sulle infrastrutture dei trasporti in Calabria. Sono contento che se ne sia occupata l’Aula della Camera, sono contento che tutti i gruppi abbiamo presentato una loro mozione, sono contento del voto quasi all’unanimità» spiega invece il deputato di Forza Italia Roberto Occhiuto. Trionfante, per restare in Forza Italia, Jole Santelli: «Forza Italia non può che considerare come una vittoria l’approvazione della mozione parlamentare concernente il completamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria e il potenziamento del sistema dei trasporti calabresi». 

In casa M5S stessi toni: «Con i colleghi di Alternativa Libera siamo soddisfatti per l’approvazione della nostra mozione che metteva in luce il divario di crescita tra le varie realtà territoriali condizionate dalle infrastrutture, in molti casi a due velocità, ed in particolare alle differenze tra Nord e Sud. Abbiamo scritto i punti della mozione facendoci guidare semplicemente dai fatti e dal buon senso ed abbiamo evitato scontri demagogici a danno dei cittadini calabresi al contrario di chi, invece, preferisce scontrarsi con il governo per meri fini propagandistici ed elettorali».

Certo è che al momento di approvare la mozione, alla Camera è stato detto che il primo firmatario è stata Enza Bruno Bossio (GUARDA IL VIDEO).

In ogni caso, a sottolineare la posizione del Governo ci ha pensato Delrio: «Per l’Italia, e a maggior ragione per la Calabria, le priorità sono il potenziamento infrastrutturale degli assi ferroviari costieri, sia Ionico che Tirrenico, non all’altezza delle grandi potenzialità geografico-logistiche e turistiche della regione. Il ponte sullo Stretto? Il dossier non è sul nostro tavolo».

Sul ponte invece continua a spingere Ncd per voce di Alfano (LEGGI) (GUARDA IL VIDEO)

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?