Salta al contenuto principale

Il Pd ha voglia di unità: vertice del partito
in un agriturismo in provincia di Catanzaro

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 11 secondi

CATANZARO - Voglia di grande unità è emersa nel corso della riunione del Partito Democratico calabrese svoltasi in un agriturismo della provincia di Catanzaro. All’incontro hanno partecipato la gran parte dei parlamentari Dem calabresi, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Marco Minniti, il Presidente della Regione Mario Oliverio, il presidente del consiglio regionale, Nicola Irto, e tutti i consiglieri regionali del Pd.

Diversi sono stati i momenti di confronto tra tutti i presenti ed il comune denominatore è stato quello dell’unità del partito, stop alle polemiche e piena fiducia nell’azione del governo regionale guidato da Mario Oliverio.

Il deputato e segretario del Pd della Calabria, Ernesto Magorno, ha evidenziato che «si è parlato della Calabria e del governo regionale. Abbiamo discusso anche del contributo che deve dare il partito democratico calabrese all’azione di governo del Presidente Oliverio. Una riunione per affrontare i problemi che dobbiamo risolvere. Faremo altre riunioni come abbiamo fatto in passato. La pausa estiva è finita ed ora bisogna lavorare per affrontare le questioni che vanno dal lavoro alla sanità, dalle infrastrutture alle attività produttive».

L’incontro - introdotto dal segretario Ernesto Magorno, cui è seguito l’intervento presidente della Giunta regionale Mario Oliverio mentre le conclusioni sono toccate al sottosegretario Marco Minniti - si è svolto in un clima sereno e propositivo. Nel corso del positivo confronto è emerso nuovamente l'impegno del Pd calabrese a «formulare - è scritto in una nota - una concreta azione di cambiamento nella regione. Si è, quindi, messo a punto un percorso di confronto per sviluppare le tematiche del masterplan con cui il premier Renzi ha dettato l'agenda per il mezzogiorno, collegandolo alla discussione sulla legge di stabilità. Sulla scorta della positiva discussione sulla mozione Trasporti, sviluppata nei giorni scorsi, si è deciso di articolare analoghi interventi in materia di assetto del territorio, agricoltura, politiche sociali e lavoro da proporre in aula entro la fine dell’anno».

«Quella del cambiamento - prosegue - in una regione come la Calabria, segnata da atavici ritardi eredità pesante delle classi dirigenti che si sono succedute, resta la sfida che il Pd ha davanti e nello stesso tempo la grande opportunità da cogliere per incidere in maniera concreta nella realtà quotidiana dei calabresi che aspettano risposte in molti settori, da troppo tempo. Per questo - si è detto ancora - l'unità del principale partito di governo a livello nazionale e regionale, diventa il valore aggiunto per imprimere un’accelerazione a questo processo di rinnovamento».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?