Salta al contenuto principale

Lamezia, a rischio l'esito delle elezioni comunali
Il Tar ordina la riapertura dei plichi di 16 sezioni

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi

LAMEZIA TERME - Il Tar della Calabria ha ordinato al prefetto di Catanzaro (che avrà 60 giorni di tempo) la riapertura dei plichi e una nuova verifica dei voti in 16 sezioni elettorali su 78 (nelle sezioni 18, 24, 28, 31, 32, 36, 38, 52, 56, 57, 59, 66, 71, 73, 74, 77) al fine di avere contezza delle denunciate irregolarità che sarebbero già risultanti dai verbali.

LEGGI LA NOTIZIA SUL RICORSO DELLO SCORSO LUGLIO

Il Tar ha poi ha fissato la prossima udienza per la discussione e la decisione del giudizio per il 9 marzo 2016. Accolto dunque un parte il ricorso avverso il verbale di proclamazione degli eletti e per l’annullamento delle operazioni elettorali svolte in 27 sezioni su 78 in occasione delle elezioni di maggio scorso per il rinnovo del Consiglio comunale di Lamezia Terme.

LEGGI DELLE CINQUE DENUNCE PER REATI ELETTORALI DURANTE LE OPERAZIONI DI VOTO

Il ricorso è stato presentato dall’avvocato Francesco Pitaro, legale dei candidati consiglieri comunali Nicola Mastroianni, Francesco Antonio Chirillo, Giovanni Tedesco e Giovanni Talarico. I ricorrenti avevano chiesto «alla luce delle gravi e invalidanti irregolarità sostanziali, riscontrate dalla sola lettura dei verbali di sezioni, l’annullamento delle operazioni elettorali svoltesi in 27 sezioni».

LEGGI LA NOTIZIA DELL'INSEDIAMENTO DEL SINDACO MASCARO

Era stata chiesta anche la ripetizione del voto in 27 sezioni. Nel caso in cui, quindi, dovesse essere accolto il ricorso per le 16 sezioni, i cittadini potrebbero essere chiamati nuovamente al voto nelle 16 sezioni e di conseguenza potrebbe variare l'assegnazione dei seggi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?