Salta al contenuto principale

Delrio a Lamezia: «Il ponte? Le priorità sono altre»
Gioia Tauro la porta dell’Italia sul Mediterraneo»

Calabria

Chiudi

Il ministro Graziano Delrio

Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

LAMEZIA TERME - Il ministro ai Trasporti Graziano Delrio ha partecipato oggi a Lamezia Terme alla presentazione della realizzazione dell’ultimo tratto della nuova strada statale 280 che collega Catanzaro e Lamezia Terme. L'occasione è stata colta anche per fare il punto su alcune infrastrutture strategiche per la nostra regione.

LA STATALE 280. «Con il completamento del prezioso “ultimo miglio” della Statale 280 prosegue il completamento, la manutenzione e l’ammodernamento delle infrastrutture calabresi affidate ad Anas. Siamo tutti impegnati nella realizzazione di una nuova era delle opere pubbliche in Italia. Senza infrastrutture non c'è sviluppo e noi dobbiamo colmare il gap tra nord e sud, perché questo Paese potrà veramente svilupparsi solo se sarà unito».

GIOIA TAURO. «Il porto di Gioia Tauro sarà la porta dell’Italia sul Mediterraneo ed è per questo che nella Legge Finanziaria abbiamo dato una forte spinta negli investimenti con Rete ferroviaria italiana perché lo scalo reggino sia dotato anche di un efficiente collegamento ferroviario con il resto del Paese. Quello di Gioia è il più importante porto di transhipment del nostro Paese ed ha rilevanza nazionale. Deve essere messo sempre più, dunque, nelle condizioni di funzionare al meglio. Per questo vengono fatti grandi investimenti al riguardo sapendo che per poter competere con i porti del nord Europa e con quelli del Sud del Mediterraneo lo scalo calabrese deve diventare sempre più efficiente».

IL PONTE. «Il Presidente del Consiglio Renzi ha detto una cosa molto chiara: cerchiamo di concentrarci prima su una serie di opere e sulla messa in sicurezza del territorio e poi si valuterà serenamente anche il progetto del Ponte sullo Stretto».

GLI AEREI. «Il numero di voli in Calabria deve essere certamente incrementato e per ora solo Alitalia l’ha fatto. La prospettiva è quella di aumentare, oltre ai voli, anche gli investimenti negli aeroporti principali come Lamezia, dove si sta avviando finalmente un intervento. E' chiaro che alcune compagnie hanno delle difficoltà. Abbiamo discusso nel corso di alcune riunioni e lo stiamo
ancora facendo la necessità di salvare i voli come quelli che partono e arrivano a Reggio Calabria».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?