Salta al contenuto principale

Salvini si collega con Lamezia Terme
Furgiuele: «Cresciamo giorno dopo giorno»

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 59 secondi

LAMEZIA TERME (CZ) - Matteo Salvini non c’è, ma interviene con una telefonata alla prima assemblea regionale di Ncs in Calabria: «Mi dispiace non essere riuscito a venire, ma sarò con voi a febbraio». Parole che scatenano l’ovazione di una sala gremita da militanti, arrivati per celebrare il primo vero banco di prova dalla nascita del movimento in Calabria.

Salvini ringrazia e rilancia: «A Strasburgo, da dove vi parlo, solo la Lega dice no all’arrivo di 35 mila tonnellate di olio di oliva proveniente dalla Tunisia, che serve a fare concorrenza a voi e, soprattutto, porta sulle nostre tavole prodotti non controllati». Il capitano, come lo chiamano da queste parti, ripete gli slogan degli ultimi mesi, (no alla legge Fornero, all’Europa dei burocrati ed all’immigrazione clandestina), ma esprime anche solidarietà agli «alluvionati di Corigliano e Rossano e di altre parti, abbandonati dallo Stato». E non manca la difesa di Putin: «L’Italia sia in prima linea contro sanzioni senza senso che ci danneggiano e vanno contro l’unico serio baluardo a difesa del mondo occidentale».

Tocca poi a Domenico Furgiuele, segretario regionale di Ncs, fare il punto della situazione sul partito in Calabria: «Nessuno avrebbe mai potuto immaginare una partecipazione del genere fino a pochi mesi fa. Cresciamo giorno dopo giorno». E sui criteri di scelta della nuova classe dirigente: «Il lavoro del direttivo non è stato facile. Hanno bussato alle nostre porte affaristi, saltimbanchi e trasformisti. Avremmo potuto riempire di nomi i nostri organismi, ma stiamo procedendo ad una selezione rigidissima della classe che guiderà il movimento nei prossimi anni».

Un percorso che investe quindi anche il tesseramento: «Qui le persone si presentano in carne ed ossa per iscriversi, gli elenchi del telefono li utilizziamo per altro». Due ore di dibattito in cui l’orgoglio ed il coraggio sono stati i termini più usati.

Applauditi gli interventi del Consigliere comunale di Catanzaro Roberto Rizza, del consigliere comunale di San Mango d’Aquino Rosario Ungaro e del lametino Massimo Cristiano. Soddisfatto dei lavori il parlamentare leghista Raffaele Volpi: «il partito è forte. Dobbiamo dialogare con tutti, ma noi siamo noi, un popolo che vuole cambiare questo paese». Prossimo appuntamento le amministrative del 2016. Ncs ci sarà.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?