Salta al contenuto principale

Terremoto in Sel, azzerata tutta la segreteria regionale
E sulla Giunta Oliverio arrivano severe stoccate

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 10 secondi

CATANZARO - Un vero e proprio terremoto in vista della nascita del nuovo soggetto politico "Sinistra Italiana" si registra all'interno della struttura regionale di Sel (Sinistra ecologia e libertà): l'intero direttivo, infatti, è stato azzerato e da oggi «un coordinamento si occuperà di guidare Sel Calabria nella fase di transizione». Una fase a cui anche il partito calabrese «vuole dare il proprio contributo in nome dell'unità della sinistra e di un cambiamento necessario, ma troppe volte solo promesso, per la nostra gente, la nostra terra e le generazioni di oggi e di domani».

L'assemblea regionale del partito fondato da Nichi Vendola, svoltasi a Lamezia Terme alla presenza di Maria Pia Pizzolante del Coordinamento Nazionale, non ha avuto dubbi e «all'unanimità è stato deciso di azzerare la segreteria regionale e nominare Angelo Broccolo, Mario Melfi, Gianni Speranza e Nancy Valente e il tesoriere Franco Barretta come componenti del coordinamento che dovrà guidare il partito calabrese in questa particolare fase di transizione».

L’assemblea regionale si è svolta alla luce delle conclusioni emerse il 12 dicembre scorso nel workshop Seminaria organizzato da Sel Calabria a Pizzo e che ha riunito «molte anime vicine al partito ma provenienti da altri mondi e dalle diverse espressioni della società civile».

Si tratta del punto di partenza di «una nuova fase organizzativa e politica di Sel Calabria più leggera e dinamica in grado di interpretare nel miglior modo possibile il momento di trasformazione che Sel sta per affrontare».

L'obiettivo è «ripartire dai territori, riconquistare sfere e sensibilità di sinistra e che orbitano attorno a Sel, un coinvolgimento ampio e plurale delle assemblee locali, dei singoli e di tutti i movimenti pronti ad affiancare la nuova Sinistra Italiana per le battaglie e le vittorie comuni». Nei prossimi giorni le assemblee locali metteranno in calendario incontri e iniziative utili alla discussione di questa fase di ricostruzione e rilancio della sinistra in Calabria e in vista delle prossime amministrative.

IL GIUDIZIO SULLA REGIONE - Riguardo l'operato della giunta regionale guidata dal governatore Mario Oliverio sono statte espresse «criticità» in quanto «le speranze suscitate oltre un anno fa, sono ben lontane dall'essersi concretizzate; sul piano politico-istituzionale, nonostante l’ottima affermazione de "La Sinistra", il presidente Oliverio ed il Partito democratico regionale hanno optato per un governo monocolore, disattendendo gli impegni assunti in fase pre-elettorale. In un anno, nessun incontro ufficiale di Sel né con il partito del Presidente della nostra regione né con il presidente stesso».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?