Salta al contenuto principale

Il sindaco di Petilia nomina la nuova giunta

e attacca la Regione sul dissesto idrogeologico

Calabria
Tempo di lettura: 
1 minuto 16 secondi

PETILIA POLICASTRO (KR) - L'inizio del nuovo anno è per il sindaco di Petilia Policastro, Amedeo Nicolazzi, il momento per cambiare la sua amministrazione e in in questo senso ha proceduto alla nomina della nuova giunta composta da giovani assessori. La nomina arriva dopo l'avvicendamento di due assessori al termine di due anni e mezzo di attività. La nuova giunta è composta da: Vincenzo Ierardi 29 anni, Fabio Gaspare Venneri 30 anni, Paola Carvelli, 31 anni e Giuseppe Scordamaglia, 31 anni. «È la giunta più giovane d’Italia - ha detto Nicolazzi - e di questo sono fiero. Questa è la futura classe dirigente».

Archiviate le nuove nomine, Nicolazzi ha messo in luce la sua delusione e la sua amarezza «per quanto riguarda le promesse ricevute da Italia Sicura e dalla Regione Calabria - Protezione Civile per i mancati interventi sul dissesto idrogeologico del territorio» con riferimento alle frane nel comune crotonese. Nei mesi scorsi nel comune di Petilia Policastro si sono verificare numerose frane che hanno provocato paura e preoccupazione tra i residenti. Per far fronte alla situazione il sindaco ha emesso numerose ordinanze di sgombero. «A Petilia - ha aggiunto Nicolazzi - vi sono ancora in atto decine e decine di ordinanze di sgombero, che si deve fare? Io unitamente alla mia Giunta, che è la più giovane d’Italia, amministriamo un territorio difficilissimo sia da un punto di vista ambientale che territoriale. Mi servono aiuti e interventi per far fronte alla situazione del dissesto idrogeologico. Purtroppo, ad oggi, nessuno mi aiuta concretamente a far fronte alla situazione che si è creata».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?