Salta al contenuto principale

Cosenza, Occhiuto punta sulle grandi opere

e lancia il progetto del nuovo stadio Marulla

Calabria
Tempo di lettura: 
2 minuti 33 secondi

COSENZA - Un nuovo stadio dedicato all'idolo del tifo cosentino Gigi Marulla. Questo il nuovo mega progetto annunciato dal sindaco Mario Occhiuto attraverso il proprio account ufficiale Facebook.

Nel lungo post il primo cittadino della città bruzia descrive nel dettaglio il progetto evidenziando come sarà «un grande disco luminoso che emerge e si stacca, come forte elemento prospettico, incastonato su una grande piazza a due livelli. Questa sarà la prossima importante opera pubblica sulla quale punteremo: il Nuovo Stadio “Gigi Marulla”».

Per il sindaco «Il calcio è un importante strumento di marketing e promozione del territorio, su cui è necessario investire. Ora che abbiamo riportato Cosenza al centro dell'attenzione con opere di riqualificazione e con tanti eventi, dobbiamo insistere con azioni che possano potenziare la vocazione turistica della città con grosse ricadute in ricchezza sul territorio, per la necessità che abbiamo di creare lavoro e nuova occupazione». Occhiuto annuncia anche come siano «già pronti i primi schizzi progettuali con la definizione dei volumi e delle funzioni» e spiega che la struttura una volta ultimata «avrà una capienza di 16.000-18.000 persone, con percorsi accessibili per i disabili e zone dedicate in ogni area. La pista di atletica sarà eliminata. Nel primo anello, sotto le tribune, una zona dedicata al merchandising e alla vendita di prodotti artigianali ed enogastronomici locali. Previsti salotti vip e sala stampa super attrezzata. All’interno anche un Museo dedicato alla storia del Cosenza, dove saranno esposti i trofei, le maglie dei calciatori più importanti, foto storiche. Un’altra zona - prosegue - sarà invece adibita a ludoteca per i più piccoli, per offrire un servizio ai tanti genitori. Due piazze: una in parte interrata per il parcheggio attrezzato e verde, sfruttando le differenze di quota da Piazza Bergamini a Viale Magna Grecia, che ospiterà circa un migliaio di auto; l'altra in superficie, pedonale e unita all'attuale piazza Bergamini, da dove emergerà la grande architettura a disco (luminoso con cambio colori nelle ore serali) del nuovo Stadio».

Per quanto riguarda il traffico veicolare «le auto attraverseranno su via degli Stadi la piazza soprastante grazie ad un sottopasso, in modo da collegare in quota la piazza pedonale del nuovo Stadio con Piazza Bergamini». Inoltre «è allo studio anche la possibilità di utilizzare lo stadio per allestimento di spettacoli e concerti, grazie anche alla copertura che verrà assicurata all'occorrenza da tensostrutture a velarium».

La parte esterna prevede «un’ampia piazza pedonale a disposizione dei cittadini che ospiterà anche alcune sculture artistiche. La riduzione della struttura e una più efficace distribuzione dei posti consentirà ai tifosi di avere una visuale della partita ottimale da ogni punto, con una distanza dal campo di gioco dai 7 ai 9 metri, e contribuirà a creare un forte spirito di sostegno alla squadra. Dobbiamo garantire al Cosenza - ha concluso - anche un campo di allenamento adatto per metterla in condizioni ideali per poter fare bene. Una struttura efficiente e di forte connotazione identitaria, di grande qualità architettonica, è fondamentale per squadra, per la promozione della città e per la riqualificazione fisica e rigenerazione sociale del quartiere di San Vito».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?