Salta al contenuto principale

La Corte di Cassazione annulla il divieto di dimora
L'ex consigliere Adamo può tornare in Calabria

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

CATANZARO - La Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio il divieto di dimora in Calabria disposto dal giudice per le indagini preliminari di Reggio Calabria nei confronti dell’ex consigliere regionale Nicola Adamo, nell’ambito dell’inchiesta Rimborsopoli (LEGGI LA NOTIZIA DELL'INCHIESTA) sulle spese dei gruppi consiliari della Regione.

A renderlo noto sono i difensori dello stesso ex consigliere (LEGGI LA TESI DIFENSIVA SOSTENUTA IN PASSATO DAI DIFENSORI DI ADAMO), gli avvocati Fabio Viglione ed Ugo Celestino, che hanno espresso «viva soddisfazione per il provvedimento della Corte di Cassazione. La fiducia che, assieme al nostro assistito, abbiamo da sempre riposto nella magistratura - affermano Viglione e Celestino - ha trovato ancora una volta sicuro riscontro: la Suprema Corte, accogliendo pienamente il nostro ricorso, ha restituito ad Adamo il pieno diritto di far rientro in Calabria da libero cittadino. Siamo altresì convinti che il processo fugherà ogni dubbio sulla correttezza dell’operato istituzionale del nostro assistito». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?