Salta al contenuto principale

Seggio assegnato a Orsomarso e non a Tripodi

Forza Italia si mobilita a livello nazionale

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Maria Tripodi e Silvio Berlusconi
Tempo di lettura: 
2 minuti 57 secondi

CATANZARO - La mancata elezione di Maria Tripodi, che ha perso il proprio seggio in favore di Fausto Orsomarso in seguito al riconteggio e alla riassegnazione dei seggi che ha portato un eletto in meno a Forza Italia e uno in più a Fratelli d'Italia (LEGGI LA NOTIZIA), rischia di diventare un vero e proprio caso nazionale dopo che la coordinatrice di Forza Italia in Calabria, Jole Santelli ha denunciato che al partito di Silvio Berlusconi mancherebbero alcune migliaia di voti (LEGGI LA NOTIZIA).

Sono numerose, infatti, le reazioni da eminenti esponenti di Forza Italia che commentano con forti dubbi quanto accaduto. Maurizio Gasparri, dopo aver espresso «piena solidarietà a Maria Tripodi che sta subendo un’autentica vessazione», ha aggiunto che «attribuito in un primo luogo il suo seggio della lista proporzionale a Forza Italia, ora viene dato ad altro partito. Sono emerse evidenti anomalie - denuncia Gasparri - nei conteggi che hanno giustamente portato gli esponenti locali di FI a rivolgersi, con un esposto, alla Procura della Repubblica. Ma tutto il partito si mobiliterà per denunciare degli errori palesi nell’attribuzione del seggio, con cifre elettorali che sono state stranamente modificate. Sosterremo anche a livello nazionale le iniziative che l’avvocato Rondinelli e altri legali stanno assumendo per conto di Maria Tripodi e di FI. Ci sono fatti anomali che non possono passare sotto silenzio e sui quali gli organi investigativi competenti devono agire con immediatezza per evitare un’alterazione del responso popolare».

Anche la responsabile di Forza Italia Giovani, Annagrazia Calabria, ha espresso vicinanza a Maria Tripodi per poi garantire «che faremo ogni atto possibile in modo che si possa arrivare in fondo a una vicenda assurda e ingiusta. Il seggio assegnato a Maria Tripodi, che da anni ricopre con passione e competenza ruoli di coordinamento nel nostro movimento giovanile, viene oggi attribuito all’esponente di un altro partito e, contestualmente, si perdono per strada migliaia di voti che avevano consentito l'elezione della nostra esponente. È una questione che riguarda il rispetto del voto espresso dai cittadini e la doverosa trasparenza delle elezioni. Per questo pretendiamo chiarezza».

A cercare di stemperare la situazione interviene la neo deputata di Fratelli d'Italia, compagna di partito di Orsomarso, Wanda Ferro che dopo aver ricordato le vicende legate al suo ingresso in Consiglio Regionale (LEGGI LA NOTIZIA) ha aggiunto che «il riparto dei seggi su scala nazionale è stato stabilito dall’Ufficio centrale nazionale presso la Corte suprema di Cassazione, che ha trasmesso il relativo verbale delle operazioni alle Corti d’Appello, quindi «è stata la Commissione centrale, sulla base dei verbali trasmessi ad assegnare in Calabria, per la coalizione di centrodestra, due seggi a Forza Italia, uno a Fratelli d’Italia e uno alla Lega». In conclusione per Wanda Ferro «è fuori strada chi come l’on. Brunetta sostiene che è stato tolto il seggio all’amica Maria Tripodi, perché in effetti non gli era mai stato assegnato, in quanto spettante fin dall’inizio a Fratelli d’Italia. Pur comprendendo la volontà dei rappresentanti di Forza Italia di avere tutti i chiarimenti del caso e la verifica dei voti assegnati spero che la polemica non finisca per sminuire il successo di Fratelli d’Italia in Calabria, che è il frutto non di un evento miracoloso, ma della credibilità e del carisma di una leader come Giorgia Meloni, e del duro lavoro dei candidati sul territorio, che non hanno risparmiato energie e chilometri per incontrare il maggior numero possibile di calabresi e spiegare le idee e i programmi per lo sviluppo del Paese e della nostra regione».

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?