Salta al contenuto principale

Tradizione e suggestione, la Naca tra le vie di Catanzaro

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

CATANZARO - Si è rinnovato a Catanzaro il sacro rito del venerdì santo de ‘a Naca: la tradizionale processione penitenziale di origini spagnole.  Il corteo religioso è partito alle ore 18 dalla Chiesa del Carmine. Ed è sfilato tra due ali di folla orante per le vie del centro storico cittadino, con in testa i gonfaloni di rappresentanza e le croci delle quattro arciconfraternite del Carmine, del Rosario, del San Giovanni e dell’Immacolata. La culla del Cristo, portata a spalla da uno stuolo di Vigili del Fuoco, per la prima volta, è stata ricoperta da un seicentesco drappo di velluto blu scuro recentemente restaurato. La processione è stata presieduta dall’arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace Vincenzo Bertolone che alla fine, ha anche consegnato un messaggio ai fedeli. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?