Salta al contenuto principale

Verso la canonizzazione di don Gaetano Mauro

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 41 secondi

MONTALTO UFFUGO (CS) - Con una solenne celebrazione che si svolgerà sabato si chiude la fase diocesana del processo di canonizzazione di don Gaetano Mauro. E' la stessa Congregazione dei Pii operai catechisti rurali, fondata proprio da don Mauro, ad annunciarlo «con il cuore pieno di gratitudine al Signore, fonte di ogni santità, e con animo aperto alla speranza». La celebrazione, come annuncia il superiore generale della congregazione padre Ermolao Portella, si svolgerà nel duomo della Madonna della Serra di Montalto Uffugo alle ore 18 presieduta dall'arcivescovo di Cosenza-Bisignano Salvatore Nunnari. Il processo di canonizzazione del servo di Dio Gaetano Mauro è stato istituito dall'allora arcivescovo di Cosenza monsignor Giuseppe Agostino il 9 maggio del 2002. Una grande gioia per tutta la comunità ardorina che opera in Italia e nel mondo. Il decano Mauro, così conosciuto dalle persone vicine alla congregazione, nella sua vita ha avuto due grandi priorità: il mondo rurale e i giovani. Nato il 13 aprile 1888 a Rogliano; il 14 luglio 1912 viene ordinato sacerdote; due anni dopo, viene inviato a Montalto Uffugo come Parroco, ed è tale il suo zelo che, in pochi mesi, ne diviene anche Decano. Negli anni della Grande Guerra don Mauro presta servizio militare nella sanità dove incontra il gerarca fascista Giuseppe Bottai, lo converte e ne rimane amico per tutta la vita. Quando fa ritorno a Montalto avvia il "Ricreatorio don Bosco", seme dal quale nasce l'"Associazione Religiosa degli Oratori Rurali" (A.R.D.O.R). Dall'associazione nasce l'8 dicembre 1928 la congregazione dei Catechisti Rurali che, il 28 giugno 1943, sarà unita dalla Santa Sede ai Pii Operai del Venerabile Carlo Carafa (1561-1633) che avevano lo stesso carisma. Il 31 dicembre 1969, a 81 anni don Gaetano Mauro conclude la sua giornata terrena. Adesso la chiusura della fase diocesana del processo di canonizzazione in attesa di vedere il decano salire agli onori degli altari. Un altro figlio di Montalto dopo la beata Elena Aiello che ha vissuto la sua vita testimoniando il Vangelo e la carità cristiana.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?