Salta al contenuto principale

Premiati gli studenti vincitori
del progetto sull'educazione finanziaria

Calabria

Tempo di lettura: 
3 minuti 18 secondi

 

Diffondere la cultura della legalità attraverso i temi della cittadinanza consapevole e dell’educazione finanziaria. Questo il filo conduttore del progetto messo a punto dalla Regione Calabria, dall’Ufficio scolastico regionale, dall’Associazioni bancaria italiana e dal consorzio PattiChiari che ha visto impegnate tutte le scuole superiori calabresi in un concorso denominato «Sviluppa la tua idea imprenditoriale». È stata la classe 3A del Liceo Scientifico Niccolò Machiavelli di Vibo Valentia, la vincitrice del Concorso nazionale “Sviluppa la tua idea imprenditoriale”, e che rappresenterà la Regione Calabria alla Premiazione Nazionale del prossimo 5 ottobre a Roma, presso la sede dell’Associazione Bancaria Italiana. La decisione di premiare il progetto “HABITUS eco-stile” è stata annunciata oggi a Lamezia Terme dalla Giuria locale composta da Mario Caligiuri – Assessore alla Cultura Regione Calabria, Francesco Mercurio - Direttore Ufficio Scolastico Regionale, Giuseppe Lombardi - Presidente Commissione Regionale ABI, Giuseppe Soluri - Presidente Ordine dei Giornalisti Calabria, Giuseppe Speziali - Presidente Confindustria Calabria, Vittorio Daniele - Università Magna Graecia Campus Germaneto, Alberto Capria - Coordinatore Gruppo di Lavoro “Cittadinanza e Costituzione” e Immacolata Corso - Presidente Coordinamento Regionale Consulte Provinciali Studentesche, durante la cerimonia di chiusura di un progetto unico in Italia che ha unito banche, scuole e istituzioni pubbliche con l’obiettivo di Rrafforzare la cultura della legalità nei ragazzi. Il progetto imprenditoriale premiato si basa su solidarietà, sviluppo sostenibile e stile: l’azienda pensata dai ragazzi della 3 A del Machiavelli vuole creare una nuova linea di abiti e accessori riciclando vestiti usati. Tutti gli attori dell’iniziativa si sono ritrovati questa mattina alla Fondazione Mediterranea Terina a Lamezia Terme dove si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso, alla presenza dell’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri, del direttore dell’Ufficio scolastico regionale Francesco Mercurio e del gruppo di lavoro regionale Cittadinanza & Costituzione. Il progetto, avviato a maggio dello scorso anno e conclusosi a dicembre 2011, ha coinvolto 43 scuole, 254 classi, 6.350 studenti, 42 sportelli bancari, 200 insegnanti e 40 esperti di banca. A gennaio l’iniziativa è stata estesa alle scuole di tutta la Regione e ad oggi hanno partecipato oltre 130 scuole, 420 classi e 10.500 studenti, che hanno usufruito dei programmi didattici, differenziati in base all’età degli studenti. «La Calabria – ha detto l’assessore Mario Caligiuri – è stata la prima Regione italiana ad avviare nelle scuole di ogni ordine e grado un’azione così concreta e costruttiva e senza alcun costo per il settore pubblico, coinvolgendo insegnanti e operatori di banca sullo stesso fronte e con il medesi Il direttore Mercurio ha sottolineato come «spetta principalmente alla scuola il compito di fornire ai ragazzi, attraverso adeguati percorsi educativi, consapevolezza e strumenti conoscitivi per costruire e cogliere il valore della cittadinanza nelle sue varie eccezioni». Nel corso dell’incontro di oggi sono stati illustrati i progetti attuati nelle scuole che, come hanno spiegato gli organizzatori, sono stati differenziati a seconda dell’età degli studenti. In particolare, gli alunni di 9-10 anni si sono cimentati con «L'impronta economica Kids», il programma dedicato alla scuola primaria con l’obiettivo di stimolare nei bambini una prima riflessione sul «valore» del denaro e sulla necessità di gestirlo responsabilmente, per se stessi e per la comunità, in un’ottica di cittadinanza consapevole. Gli studenti della scuola media invece hanno preso parte al progetto «L'impronta economica Junior» che ha avuto l'obiettivo di stimolare i ragazzi a riflettere sulle principali funzioni della finanza e sul loro impatto nella vita quotidiana. Infine, il programma «L'impronta economica Teens» rivolto agli studenti delle ultimi anni della scuola secondaria di secondo grado, che ha l’obiettivo di introdurli alle tematiche economiche e finanziarie e avvicinandoli alla realtà sociale, professionale ed economica che li circonda.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?