Salta al contenuto principale

Un rosato calabrese conquista la nomination all'Oscar del vino

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

CROTONE - Il Val di Neto Rosato Calastrazza 2010 dell’azienda La Pizzuta del Principe di Strongoli marina, ha ottenuto la nomination all’Oscar del vino 2012 nella sezione miglior vino rosato. Il riconoscimento legato ai voti registrati tra i lettori della Guida ai vini Bibenda per l’azienda di Clara Ranieri si aggiunge all’assegnazione della medaglia d’argento alla Selezione del Sindaco 2012 la manifestazione promossa dall’Associazione Città del vino che premia, oltre al vino del territorio, anche il Comune in cui sono localizzate le vigne.

La manifestazione sui vini d'Italia si è svolta a Roma, con festa spettacolare capace di coinvolgere produttori di vino, personaggi della comunicazione e tanti ospiti in una nuova formula studiata da Franco M. Ricci (ideatore dell’Evento) che insieme a Federico Quaranta ha condotto la serata, caratterizzata in ogni suo momento da un clima di gioia ed emozione.

L’importanza del riconoscimento, la sua anima “popolare”, legata ai voti dei tanti lettori di Bibenda, la Guida ai Vini, Bibenda 7 e del sito www.bibenda.it che hanno scelto i protagonisti dell’Oscar, ha attirato l’attenzione dei media e dei più importanti telegiornali nazionali che hanno seguito l’evento. Un altro successo nella comunicazione del vino di qualità targato Oscar del Vino e Bibenda.

Per la cronaca, la categoria dei rosati è stata poi vinta dal Rogito 2009. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?