Salta al contenuto principale

All'ex presidente della Regione Nisticò
le chiavi della città di New Orleans

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

 

Il Sindaco della città di New Orleans, Mitchell Landrieu, ha consegnato le chiavi della città a Giuseppe Nisticò, neurologo, ex presidente della Regione Calabria, «per i suoi alti meriti accademici e nel campo della ricerca scientifica». Nisticò era stato invitato a tenere una conferenza nel Dipartimento di Neuroscienze dell’Università della Louisiana. Dopo la conferenza gli è stato conferito il premio speciale di Neuroscienze che l’ultima volta era stato assegnato a Francis Crick, uno degli scopritori, con Watson, della doppia elica del DNA. «Ritengo – ha detto Nisticò - che il premio ricevuto voglia dare un riconoscimento alle ricerche svolte negli ultimi 40 anni con i miei collaboratori fra cui  De Sarro, Preside della Facoltà di Medicina dell’Università di Catanzaro, Rotiroti, Preside della Facoltà di Farmacia di Catanzaro, Mollace, ordinario di Farmacologia e altri collaboratori conosciuti nel mondo per i risultati originali nel campo dei meccanismi alla base della neuro degenerazione, responsabile di gravi malattie quali quella di Alzheimer, il morbo di Parkinson, la Sclerosi Laterale Amiotrofica». Il premio di neuroscienze a Nisticò dopo la presentazione della sua personalità scientifica da parte di Nicolas Bazan, Direttore del Centro di eccellenza di Neuroscienze della «LSU University», è stato consegnato dal Rettore dell’Università di New Orleans,Larry Holler. Holler ha messo in evidenza, tra l'altro, il «ruolo importante» che Nisticò sta svolgendo quale Direttore dell’EBRI, Istituto creato da Rita Levi-Montalcini, Premio Nobel per la scoperta nel 1962 del Nerve Growth Factor (fattore di crescita neuronale), per il quale si stanno aprendo nuove strade per il trattamento delle malattie neurodegenerative. Il prof. Holler ha auspicato che fra l’Ebri ed il Centro di Neuroscienze dell’Università della Lousiana «si possa presto sottoscrivere un accordo di collaborazione scientifica».

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?