Salta al contenuto principale

Un abbraccio di 7 chilometri
nel nome di Rino Gaetano

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

CROTONE - Alle 18 circa, anche qualche nuvola passeggera, che per un po’ aveva occupato parte del cielo sopra Crotone, ha lasciato spazio al sole, e a quel cielo “sempre più blu”, il celebre refrain della canzone di Rino Gaetano. Alle 18 spaccate di venerdì è scattato il flash mob del secondo ‘Rino Gaetano Day’. Mentre l’emittente radiofonica Radio studio 97 proponeva “Il cielo è sempre più blu”, migliaia di persone si tenevano per mano sulla spiaggia, di fronte al mare. Dal porto vecchio, sede della Lega navale, sino al promontorio dell’Irto.

 La diretta radio era diffusa dai vari lidi balneari e dalle casse posizionate lungo i tratti di spiaggia libera.  L’artista è stato ricordato per il secondo anno consecutivo nella città dove è nato e vissuto, prima del trasferimento a Roma, con un abbraccio lungo sette chilometri. L’iniziativa della catena umana, ideata da Luigi Saporito e realizzata anche quest’anno dall’emittente Radio studio 97, ha replicato l’evento dell’anno scorso, in occasione del trentennale della morte di Rino. Mezz’ora prima dell’appuntamento era tutto pronto. La gente era schierata sulla battigia e la radio proponeva gli altri successi del cantautore. Come l’anno scorso, il messaggio è stato poi veicolato puntualmente dal celebre brano, che ha ispirato anche un’improbabile versione dance. «Si dice spesso che Crotone non faccia abbastanza per ricordare il suo concittadino; ieri, come l’anno scorso, abbiamo avuto riprova del contrario». Nonostante un calo di presenze. Durante la diretta, è intervenuto Riziero Agostinelli, portavoce della famiglia, «rimasta legatissima a Crotone, che ha ricordato Rino nel migliore dei modi». Hanno collaborato i volontari che si sono coordinati su facebook e in incontri ad hoc. «Soprattutto per i tratti di spiaggia libera - precisa la volontaria Erika Carbone - abbiamo fatto da raccordo». Non solo i crotonesi ma anche i turisti sono stati coinvolti «in tanti hanno partecipato con entusiasmo». Rino Gaetano in effetti è un patrimonio della canzone italiana e di Crotone: come spiega Francesco Latella, direttore di Radio studio 97, «questo lavoro di squadra, autogestito, con partecipazione volontaria di larga parte della cittadinanza, rimarrà un appuntamento fisso», sempre intorno a metà agosto, quando la città accoglie anche chi risiede altrove. L’anno prossimo, per le riprese aeree, verrà adoperato un elicottero». 

Latella coordinava tecnicamente la diretta dal lungomare, mentre gli speaker ufficiali, Vincenzo Saporito e Maria Covelli Gerace, conducevano dal Lido degli scogli, su un tratto di costa poco oltre la città. 

«Uno spot positivo per una città spesso ricordata solo per le sue ombre», conclude Latella, sperando invece che il cielo sia sempre più blu. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?