Salta al contenuto principale

Venti anni di Festival
Cerisano in festa con Villaggio

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 41 secondi

CERISANO- Festeggia un traguardo importante il Festival delle Serre di Cerisano, delizioso borgo non lontano dalla cerchia urbana di Cosenza. Vent'anni dalla prima edizione, un passato importante e la stessa voglia di fare bene per un futuro ancora più radioso e sempre per l'interesse esclusivo dell'intera comunità. E' questo il messaggio da parte del sindaco Salvatore Mancina a capo dell'amministrazione comunale che promuove l'evento. Il festival patrocinato dalla Provincia di Cosenza, allinea un cartellone di gran qualità, poggiato su alcune splendide anteprime o esclusive assolute per i suoi cinque giorni di effettuazione con vari palchi disseminati in tutto il paese. Si parte il 6 settembre con la prima assoluta nazionale di “Nap Sound”, recital avanguardistico partenopeo, di cui saranno protagonisti la brava attrice Anna Ammirati affiancata dal compositore e musicista Rocco Siliotto in arte Rsx. Un viaggio per versi e musica digitale che tende al recupero dell’identità e della memoria. Il 7 il festival avrà il privilegio di ospitare Paolo Villaggio, uno dei giganti della storia dello spettacolo italiano, con  il monologo sospeso fra ironia e tenerezza “La corazzata Potëmkin è una cagata pazzesca”, che trae spunto da uno dei più celebri tormentoni dell’era fantozziana.  L’8 il già atteso concerto dell’istrionico Alessandro Mannarino, fra i più amati cantautori dell’ultima generazione, in esclusiva regionale con il suo “Supersantos Tour”. Attento alle realtà territoriali, il 9 il festival ospita la compagnia “Scena Verticale” dalla vicina Castrovillari, famosa in tutta Italia per la sua fruttuosa ricerca avanguardista, che presenterà il suo nuovo spettacolo dal titolo, “Morir si giovane e in andropausa”, atto unico in otto quadri musicali e canzoni di Dario De Luca e Giuseppe Vincenzi, con la partecipazione della Omissis Mini Orchestra. Il 10 gran chiusura popolare con il concerto di Emma, l’ultima vincitrice di San Remo, conosciutissima e già idolatrata fra i più giovani. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?