Salta al contenuto principale

Viaggio alla scoperta
dei "borghi dell'amore"

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 16 secondi

Tutto è partito da un cartello che un assessore del Comune di Altomonte, nel cosentino, ha fatto affiggere in un luogo dove usano appartarsi le coppiette: «Cari innamorati, noi rispettiamo la vostra privacy, voi rispettate l’ambeinte. Dopo aver fatto l’amore raccogliete quanto resta e gettatelo negli appositi cestini». Pioggia di condivisioni su Facebook, siamo nell’ordine di oltre cento in una giornata e di commenti. Quasi tutti favorevoli. Quasi, perché il gruppo di minoranza l’ha presa male e ha bollato quel cartello come “squallido”, altri lo hanno considerato eccessivo. Sta di fatto che in tutte le città esiste questo luogo, il “borgo dell’amore”, conosciuto da tutti (e ma nessuno lo ammette) e spesso considerato zona off limits a livello di igiene urbana.  

A COSENZA prende il nome da un vicino parcheggio “Il parco dell’amore” e di notte fa il pieno di coppiette e si trova a pochi metri dall’imbocco dell’autostrada, in una zona non residenziale. Ma ce n’è un altro vicino l’acquedotto, dal quale si gode una bellissima vista della città, che nelle ore piccole si popola di auto in sosta e al mattino dopo, con grandi proteste da parte dei residenti, sulla strada si trova davvero di tutto. Lasciando un po' la città ci sono le zone industriali di contrada Lecco a Rende e gli spazi infiniti vicino alla cittadella universitaria dell'Unical a Rende.
CATANZARO - Intimità fa rima con oscurità, anche per gli innamorati dei tre colli. E nel capoluogo, diversi sono i luoghi “cult” per coppiette alla ricerca di tranquillità. Un po' macabra ma molto diffusa l'abitudine di “sfruttare” le ombre lunghe del piazzale adiacente al cimitero urbano: un'atmosfera poco romantica, certo, ma la necessità del buio e la spinta della passione spesso hanno la meglio sulla forma. Tra i luoghi preferiti per dolci effusioni anche le immediate vicinanze dello stadio Ceravolo.
REGGIO CALABRIA -  E' il piazzale del porto il luogo più gettonato in città per quelle coppie che ricercano un po' d'intimità all'aria aperta ma al riparo da occhi indiscreti. E con un tocco di romanticismo in più, dal momento che la visione del mare, magari in una notte di luna piena, assicura i giusti ingredienti per vivere intensamente qualche ora d'amore. Ma basta spostarsi di qualche centinaio di metri e salire verso la collina di Pentimele per ritrovare la stessa magia, ma questa volta arricchita da un panorama mozzafiato come può essere l'incanto dello Stretto di Messina. 
CROTONE – Dal belvedere sulla strada per Capocolonna ai parcheggi vicino il cimitero. Per poi passare al porto, vista mare e vista piattaforme dell’Eni, alla zona industriale, in cui il buio è il padrone indiscusso. Per stare insieme. Sono questi i luoghi preferiti dalle coppie crotonesi che cercano uno spazio “intimo” per appartarsi. Ma il must per le notti di passione è sempre lo stesso: il parcheggio dello stadio Ezio Scida, dove ragazzi e ragazze si incontrano per passare un paio d’ore in solitudine. 
VIBO VALENTIA - Dove si appartano le coppiette? A Vibo lo sanno tutti: non c'è infatti vibonese che a questa domanda non risponderebbe senza pensarci un attimo “al cimitero”. Volendo ovviamente significare le strade laterali che circondano il luogo sacro e soprattutto il grande piazzale a lato dell'ingresso principale. La scelta del luogo viene fatta perché evidentemente è ritenuta sicura e tranquilla, ma anche perché consente una facile via di fuga in più direzioni in caso di rompiscatole, magari cuori solitari che godono a non far godere gli altri.
IL SERVIZIO COMPLETO E GLI ALTRI SERVIZI E GLI APPUNTAMENTI DELL'ESTATE IN CALABRIA SUL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA IN EDICOLA OGGI

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?