Salta al contenuto principale

E' morto a Reggio il giornalista Totò La Tella
Primo addetto stampa del Governo Alleato

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

REGGIO CALABRIA - E' morto a Reggio Calabria Antonio (Totò) La Tella, decano dei giornalisti calabresi. Avrebbe compiuto 90 anni il 29 gennaio prossimo. Il decesso è avvenuto giovedì, ma la notizia è stata resa nota oggi. Una messa in suo suffragio sarà celebrata giovedì prossimo, alle ore 18.30, nella Chiesa della Cattolica, a Reggio Calabria.

Antonio La Tella è stato il primo addetto stampa del Governo Alleato, istituito presso la Prefettura di Reggio Calabria dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.
 Antonio La Tella inizia l’attività giornalistica all’indomani dello sbarco degli anglo americani, avvenuto sulla spiaggia di Gallico nelle prime ore del mattino del 3 settembre 1943, collaborando in tempi diversi a quotidiani (Giornale di Sicilia, La Voce di Calabria, Gazzetta del Sud, Il Messaggero) e periodici (L’Airone, Calabria). Dall’ottobre del 1957, è redattore de “Il Tempo”, quotidiano, allora, tra i più diffusi ed influenti della Capitale. Vi resterà sino all’età della pensione. In anni più recenti dirige il settimanale I Giorni. Nel gennaio del 1944 viene chiamato a costituire ed a dirigere l’Ufficio Stampa, voluto dall’Amgot (acronimo di Allied Military Government Of Occupied Territory), con sede presso la prefettura di Reggio Calabria. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?