Salta al contenuto principale

Il panino calabrese vince
la sfida del fast food

Calabria

Tempo di lettura: 
4 minuti 53 secondi
L’ARRIVO del nuovo anno sarà salutato dalla diretta del Capodanno di Rai1, dal Palaghiaccio di Courmayeur e dalla piazza di Aosta, ma anche quest’anno parlerà calabrese grazie alla presenza di Gianni Testa. Sarà certamente un 2012 da ricordare, quello che il cantante calabrese si appresta a salutare.
Un grandissimo successo ed un balzo in avanti della sua notorietà baciata dalla fortuna anche per merito del “panino calabrese” della McDonads che lo ha visto testimoniale e vincitore assoluto della competizione tra gastronomica regionale che ha visto sul podio “il calabrese” con 21406 voti contro i 9349 del “veneto” e gli 8429 del “tirolese”. Una sfida senza precedenti a colpi di sapori ma soprattutto grazie alla grinta del testimonial che ha saputo interpretare alla grande la carica della sua regione. 
E “L’Anno che Verrà”, appuntamento in Prime Time giunto alla undicesima edizione, in diretta dal Palaghiaccio di Courmayeur, presentato da Carlo Conti con la regia di Maurizio Pagnussat, sarà una grande serata di oltre quattro ore, con grandi ospiti, emozioni e sorprese per festeggiare la fine del 2012 e salutare l’arrivo del nuovo anno. Fil Rouge della serata sarà naturalmente la musica, che sarà la protagonista attraverso la presenza, sul palco di Courmayeur e in collegamento con Aosta, di famosi artisti italiani e internazionali. Tra questi Zucchero e la Sesion cubana, Paul Young, Raf, Fausto Leali, Marco Masini i Formula 3, Tony Reyes & i Gipsy fiesta, Gazebo e Rosalia Misseri, accompagnati da una orchestra di 30 elementi, diretta dal Maestro Pinuccio Pirazzoli, che suonerà dal vivo i più grandi successi del presente e del passato.
Ma grande spazio avranno anche le voci nuove che oltre ad essere ormai vocalist affermati, offriranno una loro performance. Tra essi Gianni Testa che di certo non si lascia condizionare nemmeno dalle ultime ribalte sui giornali di gossip che lo vorrebbero unito sentimentalmente a Francesca Rettondini. «Siamo amici – ci ha detto in viaggio verso Courmayeur – ma è bastato qualche scambio ravvicinato che subito siamo diventati la coppia delle festività! Questa cosa mi diverte molto – ride – Devo dire che l’anno è stato davvero interessante e proficuo. Il successo della McDonald è stato davvero inaspettato e sono fiero che sia stata apprezzata la tradizione della nostra terra di Calabria. È importante farci conoscere per le cose belle e buone che sappiamo fare. Abbiamo tanto da trasmettere ma soprattutto abbiamo davvero tanti talenti ancora da esprimere».
Un artista certamente poliedrico ed insegnante di canto. «Adoro l'arte in tutte le sue sfaccettature – ci ha detto Testa – Non credo che esista la figura dell'"insegnante di canto" se non nella tradizione del canto lirico. Preferisco piuttosto definirmi un "suggeritore di suoni", lasciando ampia scelta e libertà di espressione a tutti coloro che mi scelgono come "Vocal Coach". La tecnica nel canto moderno è totalmente opinabile, in virtù dei più disparati generi musicali che l'interprete o il cantautore si cimenta ad eseguire. Sicuramente le basi armoniche e di intonazione sono la mia fissazione, su questo non transigo! Il mio essere artista sul palcoscenico è la base di partenza del mio insegnamento. Ho imparato a fare l'attore grazie al maestro Giuseppe Patroni Griffi, che ha riconosciuto in me un attore di cui ero ancora inconsapevole, e che dopo anni e anni di repliche e di polvere di palcoscenico, è venuto fuori!! Non c'è scuola migliore dell'esperienza, respirazione diaframmatica a parte! ».
Ed il 2013 cosa porterà? «Sto lavorando in contemporanea a più progetti. Sto scrivendo i brani per il disco di una mia allieva della quale sto anche curando la produzione artistica. Al mio disco ci sto pensando, ma con molta calma. Non ho nessuna fretta di mettere in giro qualcosa di cui non sono fermamente convinto. Sto invece mettendo in piedi uno show ballato e cantato con il mio conterraneo, reduce da Amici, Francesco De Simone. Sarà uno spettacolo estasiante!»

IL PANINO "Calabrese" del fast food ha portato bene a Gianni Testa. Il cantante scelto da Mc Donald's come testimonial per lo spot sulla competizione regionale sarà una delle star del Capodanno di Rai1, dal Palaghiaccio di Courmayeur e dalla piazza di Aosta. La trasmissione "L'anno che verrà", presentata da Carlo Conti con la regia di Maurizio Pagnussat, sarà una serata di oltre quattro ore fino al count down per il nuovo anno e oltre. E tra i vari ospiti musical (Zucchero e la Sesion cubana, Paul Young, Raf, Fausto Leali, Marco Masini i Formula 3, Tony Reyes & i Gipsy fiesta, Gazebo e Rosalia Misseri) ci sarà posto anche per Testa.

Un successo per lui, arrivato in tandem con il successo del panino che ha promosso: la competizione tra i prodotti Mc Donald's arricchiti da alcuni prodotti regionali (nel caso della Calabria si trattava del salame) ha visto sul primo gradino del podio proprio “il calabrese” con 21.406 voti contro i 9.349 del “veneto” e gli 8.429 del “tirolese”.

E tra un'affermazione e l'altra, per Gianni Testa c'è spazio pure per il gossip che lo vorrebbe unito sentimentalmente a Francesca Rettondini. «Siamo amici – ha detto in viaggio verso Courmayeur – ma è bastato qualche scambio ravvicinato che subito siamo diventati la coppia delle festività! Questa cosa mi diverte molto – ride – Devo dire che l’anno è stato davvero interessante e proficuo. Il successo della McDonald è stato davvero inaspettato e sono fiero che sia stata apprezzata la tradizione della nostra terra di Calabria. È importante farci conoscere per le cose belle e buone che sappiamo fare. Abbiamo tanto da trasmettere ma soprattutto abbiamo davvero tanti talenti ancora da esprimere».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?